Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

UN SINDACO CHE HA RESO ORTONA INERME ED INCAPACE DI RISOLVERE I PROBLEMI

LA CRISI DELLA NOSTRA CITTA' CHE NON NON PUO' ESSERE IGNORATA

| di PEPPINOM POLIDORI
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

LA CRISI DI ORTONA CHE NON PUÒ ESSERE IGNORATA

Il Consiglio Comunale di ieri avrebbe dovuto suscitare una profonda preoccupazione invece si fa finta di nulla. Che lo facciano il sindaco e i suoi assessori non è una novità, d’altronde hanno reso la città inerme di fronte ai problemi, ma che poi la politica di destra e di sinistra non dica nulla questo è davvero sconcertante.

I numeri della crisi:

I DISOCCUPATI

Tra chi ha perso il lavoro e chi cerca la prima occupazione in tutto sono 4 mila 160 persone. Un terzo dei cittadini in età di lavoro è DISOCCUPATO

I RESIDENTI

Ortona è al minimo storico con solo 22.917 cittadini, in discesa anche rispetto all’ultimo censimento che contava 23.425.

MUTUI E DEBITI

A questa situazione si aggiunge il continuo indebitamento del Comune così come gestito da Castiglione e dai suoi assessori.

La città viaggia su un debito di 90 milioni tra residui attivi e passivi e i mutui contratti.

Debiti che saranno fatti pagare ai cittadini già alle prese con una grave crisi generale.

Queste le cifre ripartite da Sindaco e assessori e dalla sua maggioranza.

Nel DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) si legge:

Per lo sviluppo del settore agricolo e del sistema agroalimentare sono previsti per il 2022 € 4 mila 800, con una riduzione del -45,45% rispetto allo scorso anno (pag. 86 DUP);

Per le politiche giovanili per il 2022 € 3 mila 500 (pag. 76 DUP);

Industria e Artigianato previsione per il 2022 € 2 mila 266 (pag. 85 DUP);

Per l’istruzione e il diritto allo studio una riduzione di fondi rispetto all’anno passato pari al 68,82% (pag. 58 DUP).

L’unica cifra cresciuta è quella delle Manifestazioni di cui l’amministrazione Castiglione non vuole rendere note spese complessive e riferimenti.

LA SVOLTA NECESSARIA

La politica ed i partiti dicano in modo chiaro ai cittadini cosa si intenda fare, quali impegni vadano presi con gli elettori. Chi vuole proporsi a sindaco condanni questo degrado, faccia i nomi di chi ha portato Ortona ad una crisi economica e sociale senza precedenti. I partiti si aprano alle idee ed alle proposte dei cittadini.

Con i silenzi e le complicità Ortona è stata portata indietro su tutto. Serve un salto di orgoglio. Questo devastante declino va fermato.

PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE ORTONAORTONA

 

#Ortona #DocumentoUnicoDiProgrammazione #Disoccupati #Denatalità #Investimenti #Debiti

 

 

 

 

PEPPINOM POLIDORI

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK