Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

IL SINDACO CASTIGLIONE HA IL DOVERE DI RISPONDERE INCONSIGLIO COMUNALE SU QUESTIONI STRATEGICHE COME IL GPL SUL PORTO

FA SOLO PROPAGANDA MA NON PARLA MAI DI FATTI CONCRETI E IMPORTANTI

| di PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE ORTONA
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

IL SINDACO CASTIGLIONE HA IL DOVERE DI RISPONDERE IN CONSIGLIO COMUNALE SU QUESTIONI STRATEGICHE. LA SMETTA DI FARE PROPAGANDA. ECCO I FATTI DI CUI NON PARLA.

Il sindaco Castiglione insorge alla mia richiesta di TRASPARENZA sulla riunione del 13 gennaio per la conferenza di servizi propedeutica all’autorizzazione della Seastock di un mega impianto di stoccaggio di GPL sul porto di Ortona.

Il sindaco è tenuto a presentare in Aula documenti e chiarimenti nei modi istituzionali, nel rispetto del sistema democratico nonché della dignità e credibilità delle Istituzioni stesse. Doveva dire in Consiglio la sua posizione, doveva spiegare in Aula cosa e chi sta armeggiando fuori dalla Città per imporre una struttura dannosa. Doveva convocare il Comitato Porto - che ripeto da un anno non si riunisce malgrado lo scalo abbia subìto danni e la decurtazione di fondi - per spiegare la posizione del Comune.

Se la Seastock torna alla carica è un problema che interessa tutti. Che le banchine portuali sono state monopolizzate è una questione che riguarda Ortona. Che i fondi siano stati dirottati altrove è un danno (al porto di Ortona solo 1,48% del bilancio dell’Autorità). Sono questioni passate sotto silenzio.

Ora i fatti: il documento del Ministero richiama due date e circostanze. Una deliberazione dell’AUTORITÀ PORTUALE di Ancona del 27 settembre del 2017 in cui esprime parere “SFAVOREVOLE”; e, legga bene Castiglione, una delibera del Comune di Ortona del 16 luglio 2016, ossia, del Consiglio Comunale dell’allora Sindaco D’Ottavio. NULLA INVECE VIENE RICHIAMATO DAL MINISTRO IN EPOCA CASTIGLIONE. E d’altronde il sindaco non ha portato un solo atto ufficiale in Consiglio Comunale sulla situazione portuale, pensa di fare propaganda con le chiacchiere. Un sindaco fa atti non proclami di cui, come visto, nessuno delle Istituzioni ha preso atto.

Sono convinto che la richiesta della Seastock avrà vita dura, che il deposito non avrà la possibilità di sorgere, ma dal momento che i cittadini sono stati esclusi dalla decisione, voglio capire le motivazioni. E lo voglio capire in Consiglio Comunale. Al sindaco Castiglione piace questo silenzio? A me no.

Convochi un Consiglio e il Comitato Porto e spieghi con documenti la situazione e dica chi ha interessi sempre più pressanti sullo scalo marittimo, struttura produttiva di Ortona, non di proprietà di pochi.

PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE

#Ortona #Porto #Trasparenza #ConsiglioComunale #Giunta #CastiglionePerIlMinisteroNessunaEvidenzaIstruttoria

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE ORTONA

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK