Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"L'amministrazione D'Ottavio non può più andare avanti in queste condizioni"

Duro l'intervento politico del segretario cittadino di Sel, Raffaele Gernone.

Condividi su:

Il partito “Sinistra Ecologia e Libertà” furibondo con il sindaco Vincenzo D'Ottavio per aver dichiarato, in sostanza, che la “Giunta non si cambia, che la squadra ha lavorato bene e che l'amministrazione, grazie al documento politico del PD, è pronta a ripartire con rinnovato entusiasmo e includendo anche Sel nella coalizione di maggioranza”.

“Smentisco il sindaco D'Ottavio”, commenta deciso il giovane segretario di SEL, Raffaele Gernone, “la maggioranza non ha recuperato il nostro partito. Noi non abbiamo firmato nessun documento per ridare un nuovo slancio e maggiore vigore all'azione amministrativa perchè questo non dice proprio nulla. Voglio sapere dal sindaco D'Ottavio”, continua Gernone, “perchè non ha risposto alle nostre richieste insieme a quelle degli altri 3 consiglieri comunali “dissidenti” tra le quali c'erano due importantissime: l'azzeramento della giunta e il ritiro delle deleghe ai consiglieri comunali di maggioranza. Se il sindaco riconferma l'attuale giunta, con le stesse persone e dice che la squadra ha lavorato bene, allora per noi la situazione non è affatto cambiata. A questo punto, Sel comunica alla città di essere ancora fuori dalla maggioranza e, quindi, di rimanere all'opposizione”.

Rincara la dose il consigliere comunale di Sel, Patrizio Marino: “se la volontà del sindaco è quella di confermare questa giunta, sta facendo il gioco di chi vuole farlo “schiantare” in maniera disastrosa e, quindi, cadere. Ricordo a D'Ottavio che entro fine settembre si vota il riequilibrio di bilancio e una eventuale bocciatura del punto all'odg significa bocciare anche il bilancio che sarà possibile discutere entro fine novembre”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook