Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Un progetto politico nuovo

Napoleone: "i partiti devono cambiare realmente o non c'è speranza per il paese".

Condividi su:

“I partiti devono cambiare. C'è bisogno di un progetto nuovo, magari lontano dai partiti tradizionali,che possa “giocare” sullo stesso terreno del movimento 5 stelle”.

E' questa l'opinione del consigliere comunale di minoranza Giulio Napoleone che già nelle ultime Comunali aveva intrapreso un discorso civico  che ora sembra “abbracciare” ancora con più convinzione considerando ciò che è successo  nelle recenti elezioni nazionali: fallimento della politica con la p minuscola, destabilizzazione del sistema e consacrazione del Movimento di Grillo che è diventato il primo “partito” dell'Italia.

“Questo fenomeno elettorale”, commenta Napoleone, “va rispettato perchè rappresenta la volontà popolare. Esso va colto come un'opportunità, uno stimolo a intraprendere un percorso nuovo. Se si analizza il movimento 5 stelle”, continua, “è errato affermare che il suo elettorato è formato da soli giovani, perchè questo è stato votato da un elettorato d'età e interessi trasversali. Cosa ci dice il risultato nazionale? Che è necessario un cambiamento di rotta della politica a tutti i livelli: comunale, provinciale, regionale  e nazionale”.

Napoleone analizza il voto ortonese e paragonandolo a quello delle consultazioni comunali nel 2012 asserisce che  i cittadini hanno chiesto un cambiamento della politica già un anno fa e non  solo adesso. “Alle comunali, le liste civiche più i grillini avevano preso il 30%”, evidenzia, “mentre oggi, alle nazionali, il movimento 5 stelle ha preso il 30% da solo. Solo il PDL ha recuperato un po' rispetto alla scorsa volta, mentre il blocco di centro: UDC, terzo polo, più Fli prese l'11%, mentre oggi Monti-Udc-Fli : l'8.8%”.

“E' ormai sotto gli occhi di tutti che i partiti devono cambiare e devono dire chiaramente cosa vogliono per l'Abruzzo:sviluppare la vocazione turistica della regione o investire sull'industria? Non si può più essere ambigui su nulla, figuriamoci sulle tematiche importantissime per la comunità, altrimenti non c'è speranza”.

Costa intende fare da oggi in poi? “Penso che i partiti debbano appoggiare dei progetti nuovi a tutti i livelli. Darò la mia disponibilità se nascerà un progetto nuovo”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook