Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'appello al voto dei renziani ortonesi

Il comitato: "ci siamo attivati attratti dal carisma e dalle idee innovatrici e riformiste di Matteo Renzi"

Condividi su:

Pierlugi Bersani non ha fatto  il “botto” a Ortona (510 voti), nonostante l'amministrazione comunale avesse puntato su di lui, mentre un buon risultato l'ha ottenuto Matteo Renzi (330 voti)  che di certo non è inquadrato nell'apparato di partito del PD. Gli altri candidati hanno totalizzato: Vendola (199 voti), Tabacci (23) e Puppato (13). Votanti complessivi al primo turno: 1075.

 

Se si fa un passo indietro, “Il rottamatore” Renzi, forse, ha rischiato di essere messo ai margini, a Ortona, nelle primarie del centrosinistra per l'individuazione del leader nazionale della coalizione, ma non è stato così anche grazie al Comitato Adesso per Ortona per Matteo Renzi che in 10 giorni di campagna elettorale ha fatto conoscere (meglio) alla città il sindaco di Firenze con le aspirazioni più alte! Ma ora il gruppo ha ancora pochi giorni per riportare gli elettori “renziani” a votare e convincerne dei nuovi in vista del Ballottaggio tra Bersani e Renzi che si terrà in tutta Italia domenica 2 dicembre.  In città, nei seggi sotto il porticato del Mercato Coperto.

 

Da chi è formato il Comitato di Renzi? Da quattro giovani ortonesi, preparati e con l'idea di cambiare la città in linea con l'idea di cambiare l'Italia del loro candidato premier. Nello specifico, il gruppo è costituito dall'avvocato Diego Bracciale, dall'avvocatessa Giulia Bracciale, dallo studente di scienze politiche Matteo Bonfante e dal consulente energetico Enel Lucia Cardone.

 

 

“Il nostro Comitato”, sottolineano i componenti, “è formato da persone politicamente neofite, che non hanno tessere di partito e che si sono attivate attratte dal carisma e dalle idee innovatrici e riformiste di Matteo Renzi. La città ha risposto in maniera entusiastica al nostro appello. Tutto questo in soltanto 10 giorni  di lavoro, molto intensi, ricchi di stimoli, nei quali abbiamo conosciuto tante persone, cosa pensano, riscontrando un malcontento diffuso nei confronti della politica tradizionale e incancrenita”.

 

Il movimento lancia un appello al voto: “La politica è una cosa bella. Tornate tutti a crederci, sappiate che non siamo mai stati così vicini al cambiamento. Non perdiamo anche questa occasione.  Al ballottaggio,del 2 dicembre prossimo, scegli una nuova Italia, scegli Matteo Renzi".

Condividi su:

Seguici su Facebook