Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

SCELTE A DANNO DEI CITTADINI CHE DEVONO PAGARE DI TASCA PROPRIA

PARCHEGGI E SOLDI

Condividi su:

PARCHEGGI E SOLDI. COME I CITTADINI PAGHERANNO DI TASCA PROPRIA LE SCELTE A DANNO DI ORTONA.

Cosa ci guadagna Ortona e cosa costerà ai cittadini il mega progetto di affido dei parcheggi a pagamento? Una domanda la cui soluzione è scritta nei numeri. Costi di un'operazione a danno della città che il sindaco Castiglione - con i suoi amici vecchi e nuovi - fanno finta di non vedere.

Uno sguardo ai costi.

Il progetto costerà complessivamente 1 milione 350 mila euro. Una cifra sproporzionata che secondo i calcoli di Castiglione e i suoi sostenitori sarà ripagata al gestore privato dai cittadini in quanto i parcheggi saranno tutti a pagamento con un aumento dei posti auto a strisce blu raddoppiate, con tariffe orarie in aumento.

Vediamo i conti: il Comune proprietario del parcheggio Ciavocco per riaprire la struttura prevedeva nel piano triennale delle opere pubbliche un costo di 300 mila euro. Di colpo la giunta del sindaco Castiglione nel dicembre scorso ha aumentato i costi di ristrutturazione portando la cifra da 300 mila a 500 mila euro. Fin qui ciò che aveva deciso il Comune a dicembre con la previsione di sistemare e gestire direttamente i parcheggi (allego il piano triennale delle opere pubbliche).

La sorpresa

Nelle ultime settimane Sindaco e assessori accettano con grande entusiasmo la proposta di una società privata, che chiede l’affidamento dei parcheggi. Allora il costo delle opere sale di un sol colpo a 919 mila euro (allego progetto di fattibilità scheda tecnica). Quindi, il comune in base al suo progetto avrebbe speso nel dicembre scorso 500 mila euro, il privato invece quasi il doppio. Una differenza non da poco.

Che significa?

Studiando le carte si scopre che sindaco e giunta affideranno al privato tutti i parcheggi a pagamento che frutteranno un ricavo annuo di 808 mila euro. Al Comune andranno invece solo 130 mila euro per il primo anno, 140 mila per il secondo e successivamente 150 mila. In più, l’affidamento al privato previsto dal sindaco e assessori sarà per lunghi 15 anni.

Ai cittadini cosa rimarrà?

All’automobilista rimarrà che dovrà pagare il prezzo dei parcheggi che saliranno di 20 centesimi ad ora e nel contempo non ci saranno quasi più posti liberi. Al cittadino che va a piedi, invece, non rimarrà altro che constatare come il Comune rinunci a valorizzare i suoi beni, a creare le condizioni per ridurre tasse, che invece di diminuire aumenteranno facendo pagare in modo indiretto nuovi balzelli.

Come andrà a finire

In Consiglio ho posto una pregiudiziale per far ritirare la delibera e far sospendere la trattazione. Questi i motivi:

1. Ritengo che sono in ballo troppe spese che poi andranno a carico dei cittadini.

2. È necessario un approfondimento per l’aumento ingiustificato del costo della ristrutturazione del parcheggio Ciavocco. Costi che sono raddoppiati in brevissimo tempo, tali da suscitare dubbi.

3. Tutto il conto economico studiato dal Comune risente della lievitazione dei costi.

4. L’affidamento per 15 anni al privato è un tempo troppo lungo, in spregio alla normativa europea e già censurata dall’Antitrust.

Cosa farò?

Per avere chiarezza - di fronte ai silenzi del sindaco - interesserò della vicenda l’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione) e l’AGCM (Autorità garante della concorrenza e del mercato) Antitrust.

PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE ORTONA

#Ortona #Parcheggi #ProjectFinancing #costi #ricavi #durata #ANAC #AGCM

 

Condividi su:

Seguici su Facebook