Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

D'Alessandro: Caldari rientea nei finanziamenti nazionali per la Zona Rossa

EMENDAMENTO APPROVATO, RISOLTO IL PROBLEMA

| di Camillo D'Alessandro
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

D'ALESSANDRO: CALDARI RIENTRA NEI FINANZIAMENTI NAZIONALI SULLA ZONA ROSSA. EMENDAMENTO APPROVATO

 

" Tutte le zone rosse abruzzesi rientreranno nei finanziamenti naziinali, compreso Villa Caldari di Ortona che inizialmente era stata esclusa" " In questi giorni ho lavorato con il relatore di maggioranza Luigi Marattin per includere nei finanziamenti anche le zone rosse con una durata inferirore ai 30 giorni. Caldari con 26 giorni era stata esclusa. "

" Con l'emendamento approvato rientrano nel finanziamento tutte i territori nelle zone rosse con permanenza non inferiore ai 15 giorni" Interviene cosi il deputato di Italia Viva Camillo D'Alessandro annunciando la modifica della norma nazionale sulle zone rosse contenuta nel Decreto Rilancio

TESTO APPROVATO 

ART. 112. Dopo l'articolo 112, aggiungere il seguente: Art. 112-bis. (Fondo per i comuni particolarmente danneggiati dall'emergenza sanitaria da COVID-19) 1. In considerazione dell'emergenza sanitaria da COVID-19 che ha interessato comuni non compresi tra quelli previsti dall'articolo 112, nello stato di previsione del Ministero dell'interno è istituito un fondo con una dotazione di 40 milioni di euro per l'anno 2020, finalizzato al finanziamento di interventi di sostegno di carattere economico e sociale in favore dei comuni particolarmente colpiti dall'emergenza sanitaria. 2. Il fondo di cui al comma 1 è ripartito con decreto del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da adottare, previa intesa in sede di Conferenza Stato-città ed autonomie locali, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. 3. Al fine della ripartizione del fondo di cui al comma 1 tra i comuni beneficiari, si tiene conto, sulla base della popolazione residente, dei comuni individuati come zona rossa o compresi in una zona rossa in cui, per effetto di specifiche disposizioni statali o regionali applicabili per un periodo non inferiore a quindici giorni, è stato imposto il divieto di accesso e di allontanamento a tutti gli individui comunque ivi presenti; per i restanti comuni, si tiene conto dell'incidenza, in rapporto alla popolazione residente, del numero dei casi di contagio e dei decessi da COVID-19 comunicati dal Ministero della salute e accertati fino al 30 giugno 2020. 4. Per l'anno 2020, in considerazione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, in caso di esercizio provvisorio sono autorizzate le variazioni al bilancio adottate dagli organi esecutivi degli enti locali riguardanti l'utilizzo delle risorse trasferite agli stessi enti locali ai sensi di norme di legge per fronteggiare l'emergenza. Per il medesimo anno, l'articolo 158 del testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, non si applica in relazione alle risorse trasferite agli enti locali ai sensi di norme di legge per fronteggiare l'emergenza. 5. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 40 milioni di euro per l'anno 2020, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come rifinanziato dall'articolo 265, comma 5, del presente decreto.

Camillo D'Alessandro

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK