Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Dalle corsie laterali di un campo di calcio alle corsie di un Ospedale

Luca Scorpiglione, medico-giocatore in prima linea contro il Covid 19

| di Giampiero Misci
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Voglio condividere con voi questa testimonianza da parte di chi ogni giorno è in prima linea per combattere questo maledetto Covid 19.

Lui è Luca Scorpiglione, un ragazzo che gioca con la nostra squadra del Victoria Cross, l'ho sentito in questi giorni e, sinceramente, mi sono molto emoziato perché, un conto è seguire questa pandemia dalla TV, un altro è sentirlo dalla viva voce da persone che, secondo me, definirli EROI è riduttivo.

Luca lavora presso l'ospedale di Penne, città uscita da poco dalla zona rossa e fa parte dell'Unità Speciale di Continuità Assistenziale ( USCA ). Il suo lavoro consiste nel fare assistenza medica ai pazienti Covid positivi che non possono essere visitati dai medici di base e lui oltre a visitarli casa per casa fa anche monitoraggio telefonico.

Pochi giorni fa, in una visita domiciliare ad una giovane ragazza, mentre stava andando via l'ha sentita tossire in una maniera " indemoniata ", ha chiamato subito il 118, in ospedale gli hanno riscontrato una polmonite interstiziale, l'hanno " ripresa" per un pelo ed ora sta andando verso la guarigione. Lui lavora dodici ore al giorno ininterrottamente, dentro quelle tute spaziali il caldo è asfissiante, ed ogni giorno mette a rischio la propria vita perché il contagio è dietro l'angolo ( purtroppo, ad oggi, sono più di 150 i medici che hanno perso la vita). Mi ha fatto un analogia tra questo virus ed il calcio: "Giampie', hai presente quando in una partita tu attacchi attacchi e non riesci a fare goal? Qui ti fai un mazzo ogni giorno ma continuano a morire persone ed aumentare i contagi... Speriamo di segnare, anche al novantesimo, ma dobbiamo farlo sto benedetto goal..." Tutto il mondo è grato a queste persone per tutto quello che stanno facendo, non nascondo che dopo questo colloquio telefonico avuto con Luca ho pianto, ed è anche per loro che bisogna rispettare le regole perché..... perché..... perché LA VITA È BELLA!!!

Giampiero Misci

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK