Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Istituto tecnico nautico. Giovani ricercatori crescono

| di Maurizio Piccinino
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Impegnati, determinati, attenti a come scindere idrogeno e ossigeno, a come far bollire prima l’acqua riducendo la pressione atmosferica, come costruire oggetti con stampanti laser, come studiare  un motore "sezionato" di una nave.

Eccoli i nuovi ricercatori che oltre ai panni di comandanti e direttori di macchine, capaci di governare una nave, sono oggi impegnati ad affrontare studi e discipline che sono alla base di molte scienze.

I protagonisti di questa nuova didattica capace di unire studio e pratica, sono loro gli studenti Millenial quelli che fuggono dal divano per rimboccarsi le maniche e affrontare la “materia” delle cose, utilizzare i lavoratori della scuola per osservare e apprendere cosa significa una reazione chimica, come padroneggiarla, come indagare nel microcosmo e portare alla luce quella catena di eventi che poi permetterà ad un motore di sprigionare energia e far ruotare le eliche, all’impianto elettrico di manovrare il timone, al computer di tracciare la rotta.

Al Nautico per i 100 anno dalla fondazione insegnati e ragazzi hanno voluto fare le cose in grande riuscendo a dimostrare che i giovani sanno impegnarsi, ottenere risultati e un prossimo giorno di avere in mano le redini di una società tecnologica complessa.

A spiegare progetti ed esperimenti sono loro. Eccoli all’opera:

Flavio Perrini IV macchinisti A

spiega il simulatore di assetto navale.

 

Alessandro La Pietra V macchinisti A

spiega  come far bollire prima l’acqua riducendo la pressione atmosferica

 

Rocco Campanella  IV ima


 

illustra un sistema di energia rinnovabile

 

Roberta Romali  II D

illustra stampante 3D costruita dagli studenti

 

Nicola Santoferrara I D

spiega come scindere idrogeno e ossigeno

 

Rocco Campanella Iv ima

illustra come avviare il primo motore della San Tommaso

 

Giacomo Smigliani  II E


Ci parla di un minidirigibile realizzato dagli studenti .

 

La XXIX Giornata del Planetario nell’anno del centenario ha ospitato anche  altri realtà orronesi, tra queste:  

Il Circolo Nautico di Ortona ,

Il suo presidente , Franco Tatasciore, 

 

,direttore dei corsi subaquei all’interno del  Nautico, ha colto l’occasione per parlare dell'importanza della camera iperbarica, illustrando quella di proprietà dell Mariter srl,

un’eccellenza di Ortona,  una delle poche aziende, a livello nazionale,  in possesso di una camera iperbarica , strumento indispensabile per la sicurezza di che effettua lavori maritimi  subacquei.

La scuola PRIMARIA DI SAN LEONARDO . I.C. "F.P.Tosti" di Ortona ha esposto , in occasione del PLANETARIO e Centenario dell'Istituto Nautico, il tema è stato “ Tra CIELO e MARE” i lavori sono stati realizzati da tutte le classi attraverso attività cooperative e manipolative.

Durante la giornata sono stati organizzati laboratori ludico - creativi per i bambini che hanno visitato la Mostra. In questa occasione e durante la presentazione dei lavori, i piccoli alunni della scuola hanno avuto l'occasione di dimostrare le proprie competenze sociali e civiche

 

leggi anche 

L’Istituto Nautico in festa per i 100 anni

Nave dolce nave. Da studenti a marinai e comandanti.

 

 

 

Maurizio Piccinino

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK