Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I CIMITERI DI ORTONA, VILLA CALDARI, I LUOGHI DELLA MEMORIA. PER NON DIMENTICARE.

Lo stato di conservazione, la cura e la manutenzione dei nostri camposanti. 3° episodio.

Condividi su:

 

Il nostro viaggio prosegue. Visitiamo il Cimitero Monumentale di Villa Caldari.

Una vecchia chiesetta, dedicata a San Sebastiano martire, fa buona veglia alle mille anime che riposano in questo luogo sacro, edificato agli inizi del 1900.Chiesa antica di San Sebastiano.

 

La Chiesa di San Sebastiano è parte integrante della storia di Villa Caldari. L'itinerario della processione del Venerdì Santo, infatti, inizia da questo posto consacrato.

Il Camposanto di Villa Caldari, a cui fanno riferimento i residenti delle frazioni: Villa Rogatti e Villa Iubatti, ha anche a disposizione un ampio parcheggio, tenuto in ordine.

Rileviamo soltanto un contenitore di plastica, lasciato all'abbandono da un cittadino poco sensibile al rispetto dell'ambiente.

L'interno la struttura comunale non presenta alcuna criticità. Non ci sono cartacce, bottiglie di plastica e rifiuti floreali di qualsiasi natura.

L'educazione civica per il culto dei morti è palpapile a vista d'occhio.

"La manutenzione viene svolta periodicamente. Non ci sentiamo trascurati dalla Pubblica Amministrazione ", puntualizza la signora Mirella Forlano.

"Ultimamente hanno tagliato anche alcune piante secche. La manutenzione e la pulizia viene svolta regolarmente. La presenza di un custode garantisce la sicurezza, l'apertura e la chiusura ", sottolinea il signor Antonio Martellini.

 

In questo Cimitero riposano molte persone note alla comunità tra cui il cardiologo Camillo De Luca, deceduto nel 2013.

 

 

I luoghi sacri di Ortona effettuano lo stesso orario di apertura: dalle ore 8,15 alle ore 17.

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook