Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

IMPAVIDA, BRUTTA E VINCENTE. VIDEO.

La compagine della Sieco deve recuperare il suo fascino. Occorre acquisire la mentalità vincente.

Condividi su:

 

La Sieco Service Impavida supera l'Aurispa Alessano con il punteggio di 3 a 2.

La gara, valevole per la prima giornata di ritorno del campionato di serie A2, era molto attesa alla vigilia, vista la delicata posizione in classifica dell'Impavida.

Vincere, ovviamente, era l'unico obiettivo da centrare per rientrare nel gruppo delle migliori squadre.

La vittoria  è stata sofferta, oltre il previsto, a causa di alcuni errori grossolani dei giocatori ortonesi, commessi nei momenti decisivi dell'incontro.

Come consuetudine, gli ortonesi iniziano male la partita, commettendo troppe ingenuità e regalando il set all'ex biancazzurro Luca Borgogno, all'ex nazionale

 

 

Matej Cernic e all'espertissimo giocatore di A1, Cosimo Piscopo

 

L'Alessano non è in vena di regalare nulla e affronta il secondo round a testa alta.

L'allenatore dell'Impavida, Nunzio Lanci, intuisce che forse è meglio affidarsi all'esperienza del capitano Andrea Lanci e lo inserisce nel sestetto titolare.

L'Impavida mette in campo l'orgoglio, sbaglia poco e riequilibra le sorti dell'incontro.

La compagine abruzzese riprende coraggio, si porta sul punteggio di 10 a 6, il capitano incita i compagni e chiude il terzo set sul 25 a 23.

La partita sembra delinearsi bene ma sul pari 18, i biancazzuri si bloccano e cedono nel finale, 2 a 2. Tutto da rifare.

Il coach Lanci s'infuria e la squadra risponde con orgoglio d'altri tempi.

 Sul 5 a 2, un muro reboante di Mirko Miscione, spiana la strada del successo, 15 a 12.

Una vittoria di buon auspicio per programmare il prosequio del campionato, ad iniziare dalla prossima trasferta in terra Toscana, contro il Santa Croce.

Le interviste ai protagonisti

 

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook