Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

ESORDIO CASALINGO AMARO PER LA SIECO SERVICE IMPAVIDA. LASCIA I 3 PUNTI AL FORTE SANTA CROCE.

NON BASTA UNA BUONA PRESTAZIONE PER OTTENERE IL SUCCESSO. DECISIVO IL FORFAIT DI JANIS PEDA

| di Tommaso Tucci
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

 

Esordio amaro davanti al suo pubblico per la SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA. Cede i 3 punti alla forte squadra toscana del Santa Croce.

Una sconfitta prevedibile ma anche evitabile, se i padroni di casa avressero potuto usufruire per l'intera gara della prestazione dello schiacciatore Jianis PEDA.

 

L'atleta, è stato costretto ad abbandonare il campo alla fine del primo set, per il riacuttizzarsi del problema fisico al polpaccio.

Da lodare l'ottima organizzazione della società, che per agevolare l'ingresso degli spettatori. ha dotato l'impianto della " cortesia " di alcune giovanissime hostess.

Una bella cornice di pubblico, accompagnato dalle performance della mascotte " Masetto il draghetto ", ha salutato con un applauso scrosciante l'ingresso delle squadre.

 

L'Impavida inizia con le idee chiare e mette in difficoltà i toscani. Sul punteggio di 13 a 12, una magia di Matteo Pedron, una prodezza di Paul BUCHEGGER e un'altra di Alessio Ferrini, unitamente alla compattezza del sestetto base, chiudono sul  25 a 20.

Il secondo set, forse, risulta il parziale decisivo. Gli ospiti partono concentrati, si portano  subito in vantaggio sul 8 a 5 Non mollano mai e murano più volte le giocate di Di Meo e soci. Sul 17 a 13, parecchi errori clamorosi in battuta degli ortonesi, sanciscono il primato del set al Santa Croce.Termina 20 a 25.

Nel terzo quarto, l'Impavida non c'è. Michele Simoni non trova il supporto necessario dei compagni per ribaltare il 10 a 14 e finisce ancora una volta sul 20 a 25.

Nel quarto set, gli ortonesi non ci stanno alla sconfitta, reagiscono bene, trascinati da Pietro di Meo. Un video- cech conferma il punto del pari 6, ma nel prosequio non hanno la forza per rimettere in discussione il risultato. La sconfitta evidenzia il potenziale tecnico di Peda. La sua assenza è determinante. Rappresenta il valore aagiunto del sestetto titolare.

Nella prossima trasferta di Siena, la Sieco Service, può contare sul suo rientro. La squadra, nonostante la sconfitta, non ha demeritato. Sicuramente nelle prossime partite, una volta acquisita il massimo della forma, otterrà una serie di vittorie

Le interviste:

Janis Peda il pilastro dell'Impavida.

.

(clicca sulla foto per vedere l'intervista )

Alessio Ferrini , una promessa del volley italiano.

 .

(clicca sulla foto per vedere l'intervista )

Michele Simone, la bandiera dell'Impavida

.

(clicca sulla foto per vedere l'intervista )

 

A fine gara, anche l'assessore allo sport Simonetta Schiazza, è apparsa soddisfatta della prestazione dell'Impavida.

ed ha confermato che il Comune di Ortona doterà il palasport di una illuminazione a  LED.

 

(clicca sulla foto per vedere l'intervista )

 

Tommaso Tucci

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK