Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

NON SI AMMINISTRA SECONDO I CAPRICCI , LE MIRE E LA AMBIZIONI DI CHI COMANDA O PUNTA A FARLO

AIUTI ALLA CITTA' , UN ANNO ANDATO PERSO PER COLPA DI CHI COMANDA

| di PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE ORTONA
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

AIUTI ALLA CITTÀ. UN ANNO PERSO PER I CAPRICCI DI CHI COMANDA.

Dopo un anno il Comune non ha ancora deciso nulla sul fondo di sostegno alle attività produttive cittadine. Ad Aprile 2020 quando la pandemia dilagava e tutti avevano capito la gravità economica che sarebbe derivata dalla situazione di pericolo sanitario e dal blocco delle attività, il sindaco e i suoi assessori inerti sono rimasti fermi al palo. Gli altri Comuni si sono adoperati, ad Ortona nulla, nessun fondo di emergenza.
Oggi l’80% delle piccole imprese di ogni settore fa fatica a pagare anche le bollette delle utenze. Ricordo di come lo scorso anno vennero sbeffeggiate le mie proposte.

Chiesi una riduzione dei soli aumenti che sindaco e assessori si erano generosamente auto-assegnati. Per solo un anno avrebbero potuto rinunciare agli aumenti degli indennizzi di 2.788,87 euro al mese del sindaco (sono vitalizi, quindi cumulabili con altri redditi e pensioni) del vice sindaco (€ 1.533,88 ) e degli assessori (€ 1.254,99 ) sempre al mese.

Sollecitai un taglio delle enormi spese previste dal sindaco Castiglione, dalla giunta e dall’assessore Canosa per le manifestazioni, la cifra di ben 180 mila euro (a proposito i rendiconti delle manifestazioni fatte e non fatte e dei biglietti pagati a che punto stanno?).
Chiesi di dedicarne 120 mila euro per il fondo di solidarietà. In tutto, quindi, sarebbero stati 80 mila euro dal risparmio degli aumenti di stipendio e 120 mila dal taglio di manifestazioni.

Dallo scorso anno avremmo avuto un fondo di 200 mila euro per le emergenze, in più sarebbero affluiti i fondi statali e regionali. Invece - per i lettori includo la proposta di delibera della Variazione di Bilancio che presentai - ricevetti il No assoluto di sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza. Dissero inondando pagine di giornali e la bacheca comunale che ci avrebbero pensato loro. NON FU FATTO NULLA!

Con alcuni colleghi dell’opposizione chiedemmo la convocazione di Consigli comunali d’urgenza per affrontare le questioni più delicate dell’emergenza. Senza le nostre sollecitazioni non si sarebbero tenute nemmeno quelle assemblee. Ed, infine, sottolineo che da oltre un anno il Consiglio comunale per volere di sindaco assessori e presidente del consiglio e della loro maggioranza, si tiene ancora online. Mentre tutti i lavoratori sono tenuti ad essere presenti nei luoghi di impiego lavorativo, il Consiglio comunale di Ortona chissà perché deve essere fatto da casa. Nemmeno scomodarsi una volta ogni due mesi dal proprio domicilio per gli stipendi presi.

Ora si apprende che tra mille indecisioni il sindaco e i suoi assessori vogliono mettere mano ad un fondo di 100 mila euro per le urgenze. Dopo un anno si fa poco e male per quanti chiederanno un sostegno anche minimo.

Amministrare significa - anche se ad Ortona la cosa suona strana - capire le esigenze dei cittadini ed intervenire in tempo, in modo chiaro ed efficiente. Non secondo i capricci, le mire e le ambizioni, di chi comanda o punta a farlo.
#Ortona #EmergenzaCovid #FondoSolidarietà

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo

PEPPINO POLIDORI CONSIGLIERE COMUNALE ORTONA

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK