Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

IL SINDACO RIDOTTO IN " MISERIA POLITICA "

MA ANCHE ALL'INDECENZA POLITICA C'E' UN LIMITE

Condividi su:

Ho seguito passo passo , sin dalla prima ora , tutto il processo politico ed amministrativo di questo Consiglio Comunale ed in particolare quello del Sindaco ENZO D'OTTAVIO che sinceramente, devo riconoscere , tanto entusiasmo ed aspettative aveva creato, ed oggi dico , perfino al sottoscritto.

Purtroppo la luna di miele e' durata pochissimo perche' la sete di potere ha preso il sopravvento ed ha annebbiato le menti di chi doveva fare solo ed esclusivamente gli interessi dei cittadini che tanto lo avevano sperato .

Per ripercorrerre , pedissequamente , tutte le vicessitudini di questi 5 anni avremo tempo, modo e maniera di approfondire nel brevissimo visto che ormai la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio e' alle porte.

Oggi parlo della vicenda della ECOLAN , societa' di cui Ortona ha circa il 14% , interamente in mano a 53 comuni del Chietino ed a cui la nostra Amministrazione ha affidato la raccolta dei rifiuti .

Dico subito che il modo come e' stata approvata la delibera dell'affidamento ha dell'incredibile , infatti solo 6 consiglieri hanno votato a favore , e precisamente : T. Coletti-- Ilario Cocciola-- Marcello Forti-- Seccia Alessandro-- Marco Uccelli e Bernardo Gilberto. 

Il modo come si e' arrivati a questa votazione lo e' altrettanto in quanto il Sindaco si era opposto alla stessa ed aveva proposto il rinvio ad altra data. 

Inopinatamente il capogruppo Coletti ha imposto al sindaco, invece, schiaffenggiandolo politicamente , la votazione che ha avuto l'esito su riportato con l'astensione del sindaco stesso, quella dell'allora seg. cittadino del PD Alessandro Scarlatto e del consigliere Scimo' , tutti e tre della stessa maggioranza.

Bene il sindaco Enzo D'Ottavio anziche' dimettersi come era logico facesse, oggi ha addiruttura presenziato ed elogiato , prendendo la parola, nella presentazione delle macchine che la Ecolan dovrebbe adoperare per svolgere la raccolta dei rifiuti. 

Chiunque direbbe , in questa simile circostanza , la classica frase " non ho parole " ed io questa volta non posso che associarmi a cio' che e' il pensiero comune di tutta la CITTADINANZA.

Il Capogruppo del PD Tommaso Coletti ha preso la parola e , udite udite , ha ,a sua volta , elogiato il Sindaco per aver appoggiato la scelta della ECOLAN, a questo punto sarebbe proprio il caso di dire che  " stiamo su scherzi a parte " ma io credo , invece , che stiamo molto ma molto oltre.

Il Capogruppo ha anche detto che ogni famiglia avra' un risparmio ma man mano che passa il tempo questo risparmio, ipotetico , scende sempre di piu' ed e' passato da piu' di 100 euro a famiglia a poco piu' di 50 euro, a questo punto mi viene da dubitare, ma come potrebbe essere deversamente , che il risparmio sara' davvero risicato se tutto va bene.

Lo stesso Consigliere Coletti ha detto che i dipendenti di Ortona ambiente sono stati tutti riassunti dalla Ecolan e che ora saranno al sicuro perche' assunti da una societa' pubblica, mi permetto di dire , caro Coletti che non sono affatto dipendenti pubblici come lei fa ipotizzare ma sono normalissimi lavoratori che purtroppo possono essere licenziati come qualsiasi altro dipendente privato, puntualizzo questa circostanza perche' non mi sembra una bella cosa alimentare aspettative fuori luogo e non rispondenti al vero.

Per dovere di cronaca devo ricordare che pende presso il TAR un ricorso contro l'affidamento alla Ecolan che probabilmente sara' discusso il 21 ottobre prossimo venturo. SE questo dovesse essere accolto , ma non me lo auguro, il Sindaco e Coletti dovrebbero dimettersi in tronco ma mentre lo dico mi viene da ridere perche' comunque, sono consapevole, che non lo faranno mai.

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook