Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La maggioranza si allarga?

L'editoriale dell'opinionista Amerigo Gizzi.

Condividi su:

L'amministrazione politica comunale sta dando una prova davvero deludente ai propri cittadini, ogni giorno che passa e' sempre peggio e la maggioranza ormai e' ridotta ad avere soltanto un voto in piu' della minoranza e quindi un'assenza, come quella di ieri sera puo' far saltare la seduta per mancanza del numero legale come del resto e' avvenuto. Ormai tutti sanno, l'abbiamo evidenziato tante volte, che la maggioranza uscita dalle elezioni e' naufragata miseramente essendo andata in crisi nella prima stesura della Giunta comunale con l'estromissione inopinata di Sel che era parte integrante della maggioranza e che aveva addirittura partecipato anche alle primarie. Successivamente c'e' stata l'estromissione dell'IDV ed anche quella, soltanto politica, non essendo rappresentata in consiglio, di Rifondazione Comunista. Quindi la maggioranza si e' ridotta a 9 elementi, un voto in piu' della minoranza che ne annovera  8. Sostanzialmente attualmente c'e' un monocolore PD con l'aggiunta della sola UDC. Una minoranza coesa potrebbe mettere il coltello nelle piaghe che costellano la maggioranza ma cosi' non e' ed allora assistiamo quasi ad un collasso delle attivita' amministrative troppo intenta alle beghe personali che ai problemi dei cittadini. In tutto questo non aiuta la latitanza del Sindaco D'Ottavio che e' l'unico che potrebbe ricompattare la maggioranza uscita dalle elezioni. C'e' un vuoto di potere enorme e il Senatore Coletti, qualcuno dice suo malgrado, io dico con sua piena soddisfazione, ha preso le redini della risicata maggioranza ed e' diventato il vero deus machina .

Il fatto nuovo ed eclatante di questo consiglio comunale e' che Il consigliere di minoranza Di Martino , avversario del Sindaco D'Ottavio, ha dichiarato espressamente che se il Sindaco vuole allargare la maggioranza lui e' disponibilissimo a dare il suo contributo ed ha anche ricordato che lui non e' piu' del PDL ma e' soltanto il capo della lista civica Insieme per Cambiare ed ha condito il tutto con l'elogio a Renzi , attuale presidente del Consiglio del PD. In questa situazione la vera opposizione e' rappresentata dai consiglieri di minoranza Tommaso Cieri, Franco Musa, Fratino Nicola, Simonetta Schiazza e Patrizio Marino.

La mia modesta opinione e' che chi vince le elezioni , tanto piu' in modo cosi' eclatante, abbia il dovere di governare secondo la volonta' che gli elettori hanno ampiamente certificato e chi le perde faccia opposizione ma questa e' soltanto un'opinione perche' qualsiasi consigliere ha assoluta liberta' di fare quello che vuole in tutta autonomia, ben sapendo che il suo operato sara' vagliato dagli elettori che l' hanno votato e soprattutto da chi non l'ha votato. Certamente e' mortificante per un Sindaco chiedere il supporto a chi ha perso e non a chi insieme a lui ha lottato per sconfiggere il perdente, ma questo sta soltanto nella sua persona e nella sua coscienza ed anche lui dovra' rispondere del proprio operato e di quanto aveva promesso ai suoi elettori, ossia che avrebbe Governato con la maggioranza a cinque.

In questa situazione si capisce bene che l'esperto Senatore approfitta e porta la nave con destrezza e non e' un azzardo dire che e' lui il vero sindaco pur essendo soltanto consigliere.

Ripeto ancora che la vera forza della maggioranza, secondo me, sta in quegli elementi dell'opposizione che si sono resi disponibili ad entrare in maggioranza perche' Coletti in questo frangente li adopera come deterrente contro qualsiasi elemento della maggioranza che volesse fare i capricci.

Cosa sarebbe davvero auspicabile ? Faccio una considerazione a voce alta ma la ritengo davvero solo un sogno.
Vorrei alzarmi una mattina e vedere e constatare che il Sindaco D'Ottavio prende in mano le redini che gli sono state consegnate dagli elettori e porti davvero lui la nave e faccia il bene dei cittadini che sono in agonia da troppo tempo. E' chiedere troppo , lo so', ma la speranza e' l'ultima a morire ma e' anche vero che si dice : chi di speranza vive disperato  muore. Nemmeno i proverbi ci vengono incontro.

Alla prossima amici, penso che sara' a breve perche' il ferro e' caldo e le decisioni incombono , le prossime votazioni Regionali ed i risultati ottenuti dai candidati Ortonesi saranno determinanti anche per il  il proseguo della nostra amministrazione comunale.

Condividi su:

Seguici su Facebook