Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

TARIFFA TARI - I CITTADINI SPREMUTI ANCORA UNA VOLTA COME LIMONI

INDECENTEMENTE GLI AMMINISTRATORI SI VANTANO CHE L'AUMENTO E' SOLO DELL'1,47%

Condividi su:
TARIFFA TARI, I CITTADINI SPREMUTI (ancora una volta) COME LIMONI
Cresce ancora una volta la tassazione sulle spalle dei cittadini ma l’assessore Di Bartolomeo si vanta del fatto che l’aumento è solo del 1,47% .
In cifre, il Comune corrisponderà ad Ecolan 3 milioni 815 mila euro per il 2022, rispetto ai 3 milioni e 748 mila del 2021, mentre, nella convenzione era previsto l’importo di 3 milioni e 600 mila.
Le cifre vanno quindi tutte in crescita.
Tanto pagano i cittadini che, per contro, non hanno né dal Sindaco né dagli assessori chiarimenti su ciò che stanno pagando. Così il carrozzone delle chiacchiere inutili va avanti.
Se invece facciamo parlare le cifre le cose sono subito chiare.
Vediamole.
L’aumento di tasse per i cittadini sarà ancora maggiore se si considera che nel 2022 non potranno contare sui 200 mila euro di contributo statale per le utenze domestiche e sui 31 mila euro di contributo straordinario Covid dallo Stato.
In un momento di così difficile crisi, l’amministrazione Castiglione avrebbe dovuto ridurre le tariffe TARI piuttosto che aumentarle.
Ecco come fare
I seguenti servizi:
• Raccolta Carogne
• Raccolta siringhe
• Raccolta deiezioni canine
• Pulizia bocche di lupo, caditoie e condotte acqua piovana
• Lavaggio e disinfezione strade
• Pulizia fontane
• Servizio disinfestazione
• Servizio derattizzazione
• Pulizia area verde attrezzato
• manutenzione verde pubblico
• Pulizia spiagge
elencati nelle pagg. da 85 a 91 della “proposta tecnica” di Ecolan, allegata al contratto, non devono, né possono rientrare nel calcolo della tariffa fatta pagare ai cittadini perché non sono servizi domestici, infatti, il loro costo sarebbe dovuto essere quantificato ed estrapolato dal calcolo della tariffa posta a carico dei cittadini e pagato dal comune con le risorse del bilancio comunale essendo servizi generali svolti a favore dell'ente locale e non del singolo contribuente.
Se l’amministrazione avesse fatto gli interessi dei cittadini ci sarebbe stata una drastica riduzione della tariffa. Invece, è avvenuto il contrario.
È incredibile che assessore e sindaco se ne vantino. Evidentemente pensano che nessuno avrebbe messo in evidenza l’ennesimo atto contro i cittadini.
P.S. : QUESTA MATTINA SONO USCITO DALL’AULA PER SOLIDARIETÀ UMANA E ISTITUZIONALE NEI CONFRONTI DI UN CONCITTADINO CON DIFFICOLTÀ MOTORIE CHE VOLEVA ASSISTERE AL CONSIGLIO COMUNALE, PER RIBADIRE CHE NON CI SONO CITTADINI DI SERIE A E CITTADINI DI SERIE B, E CHE IL COMUNE DEVE FARSI CARICO DI TUTTE LE ESIGENZE. NATURALMENTE QUESTO NON MI HA IMPEDITO DI SOTTOLINEARE L’INCONGRUENZA DELLA GESTIONE ECONOMICA FINANZIARIA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE CHE SOPRA HO EVIDENZIATO.
BUON SABATO A TUTTI.
 
PEPPINO POLIDORI
 
 
Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
Condividi su:

Seguici su Facebook