Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

PROPOSTA AL SINDACO L’ANNULLAMENTO DELLE MULTE TRAMITE L’ISTITUTO DELL’AUTOTUTELA

Marco Nestore - ex assessore comunale – propone al sindaco di mettere a disposizione dei cittadini, sul sito internet del Comune, le informazioni e la modulistica utile per l’annullamento/modifica delle multe

| Categoria: Attualità
STAMPA

Marco Nestore (ex assessore comunale) ha proposto al Sindaco di Ortona Leo Castiglione di mettere a disposizione dei cittadini, sul sito internet del Comune, le informazioni e la modulistica utile alla presentazione di istanze di autotutela per l’annullamento/modifica dei preavvisi di violazione lasciati sul parabrezza delle vetture e dei verbali di accertamento notificati dalla polizia urbana. Anche il vigile urbano, come tutti gli esseri umani, può commettere degli errori e per porre rimedio a contestazioni palesemente errate o illegittime non è detto che sia indispensabile il ricorso al Prefetto o il contenzioso dinanzi al Giudice di Pace. La maggior parte dei cittadini per chiedere l’annullamento delle multe utilizzano i classici strumenti di impugnazione, ma si può ricorrere anche ad un’altra forma di tutela, meno conosciuta ma comunque molto efficace, che è l’annullamento d’ufficio in autotutela ai sensi dell’art. 21-nonies legge n. 241/1990. Sarebbe il caso che l’Amministrazione Comunale incentivasse il ricorso dei cittadini a questo strumento e lo rendesse però realmente efficace rimettendo la valutazione sull’accoglimento o meno delle istanze di annullamento non al Comandante dell’organo di polizia, ma ad altro dirigente che sarebbe nelle condizioni di poter giudicare con maggior distacco. In tal modo, l’Ente metterebbe sullo stesso piano le ragioni avanzate dal cittadino e le pretese del Comando di Polizia Urbana.

Marco Nestore ha segnalato questa opportunità al Sindaco, in quanto a luglio del 2019 fu chiesto l’intervento dei vigili urbani per porre delle transenne su una parte di marciapiede interessata dal possibile distacco di ulteriori calcinacci da una facciata di un palazzo -dove è ubicato il Suo studio- staccatisi a causa delle lesioni provocate dall’impatto dei pezzi di ghiaccio caduti in occasione di una violenta grandinata.

Per quell’evento meteorologico straordinario la Giunta Municipale richiese la dichiarazione di stato di calamità naturale. Ebbene, i vigili urbani intervenuti pensarono bene di gratificare il senso di responsabilità di chi li aveva chiamati notificando nelle settimane successive a ciascuno dei proprietari degli appartamenti il pagamento di sanzioni individuali di € 430,00 per non aver effettuato “opere di manutenzione necessarie ad evitare che dal fabbricato medesimo si staccassero parti”.

L’ istanza di autotutela di Marco Nestore fu respinta dal precedente Comandante, costringendolo a rivolgersi al Giudice di Pace che accolse il ricorso e annullò il provvedimento sanzionatorio. La Sentenza divenne definitiva per non essere stata impugnata dal Comune.

A distanza di due anni Marco Nestore si trova nuovamente nella situazione di dover ricorrere al Giudice di Pace, essendo stato comunicato dall’attuale Comandante dei Vigili il rigetto di una Sua istanza di autotutela per l’annullamento di un preavviso di violazione che avrebbe commesso in base a quanto interpretato da un vigile, il cui nominativo non è riportato sul foglio di carta lasciato sul parabrezza della autovettura. Marco Nestore tiene a chiarire che l’Invito rivolto al Sindaco non ha un intento polemico verso la polizia municipale, ma è inteso ad adottare procedimenti e comportamenti tipici dei Comuni più elevati, dove le istanze dei cittadini meritevoli di accoglimento si rispettano e non si respingono a prescindere.

 

Dal Dott  Marco Nestore

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK