Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Sansificio Poggiofirito: Scoccia-D'Alessandro impegno comune al fianco dei cittadini

Regione grande assente

| di Camillo D'Alessandro
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
"Ho voluto portare in Consiglio regionale - annuncia la consigliera Marianna Scoccia - in aula il caso del sansificio a Poggiofiorito, in provincia di Chieti, raccogliendo Il grido della cittadinanza e degli amministratori e del deputato Camillo D'Alessandro, testimone diretto di ciò che sta accadendo in quanto residente proprio in quel territorio, che mi ha fornito la documentazione necessaria per chiedere conto alla Regione .
 
In particolare va precisato qual sia stata la capacità di risposta del sistema dei poteri regionali (dipartimento ambiente, ASL di competenza e soprattutto Arta) rispetto alle denunce della cittadinanza e del comitato che coraggiosamente si è costituito e sta portando avanti questa battaglia.
 
Mi aspetto risposte chiare per capire ciò che è accaduto e  soprattutto per garantire una Regione finalmente in campo per tutelare la cittadinanza e le amministrazioni locali, che vengono lasciate sole quando accadono fatti del genere.
 
Con il Deputato Camillo D'Alessandro andrò nei prossimi giorni a Poggiofiorito ed Arielli per incontrare il comitato e le amministrazioni coinvolte."
 
"Ringrazio Marianna Scoccia- afferma Il deputato abruzzese Camillo D'Alessandro-per questa sua immediata sensibilità , per il suo impegno e per portare la voce del mio territorio n consiglio regionale. Da noi massimo impegno, per adesso la Regione è la grande assente "
 
Segue testo interrogazione a firma Marianna Scoccia
 

Oggetto: Chiarezza in merito alle emissioni moleste presenti nei territori di Poggiofiorito, Arielli, Crecchio, Canosa, Orsogna, Filetto, Giuliano, Ari in provincia di Chieti

 

PREMESSO che nel cuore della viticoltura abruzzese, in una area che si estende  a pochi chilometri dal mare  e dalla montagna dove sono insediati migliaia di viticoltori e numerose cantine sociali e private, impegnati nella produzione di preziosi e riconosciuti  DOC e IGT e nella viticoltura biologia, dove vivono centinaia di famiglie, nel Comune di Poggiofiorito, in Provincia di Chieti, è operativo un sansificio della Ditta Sirolli , che in più occasioni, immette nell’aria emissioni olfattive fortemente moleste e insopportabili, maleodoranti e letteralmente nauseabonde, con gravi ripercussioni per cittadini, agricoltura e turismo avvertite anche a distanza di decine di chilometri investendo un’area che coinvolge oltre al Comune di Poggiofiorito anche i  Comuni di Arielli, Crecchio, Canosa, Orsogna, Filetto, Giuliano, Ari;

che tale situazione, protrattasi nel tempo, ha generato la mobilitazione di cittadini, organizzati un un comitato, cantine ed amministrazioni comunali ;

che proprio in data 07 maggio 2021 il Sindaco del Comune di Poggiofiorito, preso atto delle recenti emissioni moleste, della protesta dei cittadini, avendo riscontrato diverse illegittimità e nel prioritario interesse di salvaguardia della salute dei cittadini, ha emesso ordinanza di sospensione di “qualsiasi attività lavorativa collegata alla produzione di emissioni di fumi molesti nell’aria”;

PRESO ATTO della singolare risposta nei confronti della cittadinanza da parte del Dipartimento del Territorio ed Ambiente della Regione Abruzzo che, con  nota del 10.03.2021, Protocollo RA/0093269/21, alla istanza sottoscritta da numerosi cittadini addirittura lamenta testualmente che le “reiterate sollecitazioni (da parte dei cittadini), si sta traducendo in una continua ed indebita pressione ad adottare provvedimenti inibitori/sanzionatori oltre che in un intralcio all’ordinaria ed efficiente attività amministrativa che, come evidenziato in più occasioni, non può prescindere dai necessari accertamenti da parte degli organi di controllo”

 

RILEVATO che il tono del richiamo citato, in assenza di iniziativa istituzionale dell’organo di governo regionale e dell’assessore regionale competente, lascia di fatto soli cittadini e amministrazioni comunali;

 

Tutto ciò premesso e considerato

 

la sottoscritta Consigliera Marianna Scoccia

 

INTERROGA

Il Presidente della Regione Abruzzo, sen Marco Marsilio,

Ovvero l’Assessore Competente

per conoscere

se la Regione Abruzzo, nell’ambito dei competenti settori,  ha sollecitato o omesso di sollecitare i “necessari controlli da parte degli organi di controllo” con riferimento alle istanze dei cittadini ed imprese, a partire dalla verifica della tempestività dei controlli effettuati dalla Agenzia Regionale per la Tutela Ambientale (ARTA) vista  l’assenza di una centralina di rilevamento permanente e della ASL competente e come intende agire per il futuro al fine di salvaguardare i diritti dei cittadini e amministrazioni locali che protestano

Camillo D'Alessandro

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK