Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

I 31 MILA E 500 EURO STANZIATI PER LA ZONA ROSSA DI CALDARI SARANNO DISTRIBUITI AI NUCLEI FAMILIARI MEDIANTE UNA RIDUZIONE DELLA TARI.

Ulteriori 14 mila e 499 di provenienza regionale andranno invece alle attività chiuse durante la zona rossa

| Categoria: Attualità
STAMPA

L'amministrazione comunale al fine di poter distribuire a tutti i cittadini una quota del finanziamento nazionale per la zona rossa di Villa Caldari ha deciso di applicare una riduzione della quota Tari a tutti i nuclei familiari di Caldari centro.

La riduzione sarà proporzionata al numero dei componenti del nucleo e quindi anche del ruolo Tari. In particolare si partirà da una quota minima di € 30 per un nucleo da 1 persona, che già fruisce di una riduzione alla base del 30% secondo il regolamento comunale, a una quota di € 120 per un nucleo di 4 persone fino ad arrivare alla quota massima di € 270 per un nucleo familiare di 9 persone.

Inoltre ci sarà una riduzione anche per le attività commerciali situate all'interno della zona rossa di Caldari a seconda del ruolo Tari che pagano. Si va da un minimo di € 50 a un massimo di € 650.

«In questo modo- sottolinea l'assessore al bilancio Marcello Di Bartolomeo- tutti i residenti di Caldari potranno fruire del contributo previsto dal Governo. L'applicazione della riduzione sarà direttamente inserita nel prossimo ruolo 2021 visto che ormai siamo a fine anno e molti hanno già pagato. Inoltre per quanto riguarda il finanziamento stanziato dalla Regione Abruzzo di 14 mila 499 euro per le attività rimaste chiuse durante la zona rossa, siamo in attesa dell'atto con la specifica dei requisiti di accesso».

 

 

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK