Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

La Sieco vince contro Prisma e malasorte. Battuta Taranto al Tie-Break

Incredibile quanto accaduto a Taranto. O magari no. Quando c’è di mezzo la Sieco forse nulla è incredibile.

| Categoria: Attualità
STAMPA

Incredibile quanto accaduto a Taranto. O magari no. Quando c’è di mezzo la Sieco forse nulla è incredibile. Quella che si annuncia alla vigilia è una sfida impossibile per gli ortonesi contro una Prisma Taranto che gronda di giocatori talentuosi e di categoria superiore. In casa bianco-azzurra, invece, ai già assenti Shavrak e Sette (Schiacciatori) si sono aggiunte anche le defezioni del centrale Menicali e dell’opposto Diego Cantagalli. Costretti gioco forza a fare il loro esordio da titolari il libero Pesare, schierato addirittura come Schiacciatore e Tommaso Fabi al centro. Di fatto Nunzio Lanci aveva a disposizione solo il giovanissimo Rovetto come cambio.

Una gara che la Sieco prova a giocare con ordine ma Taranto controlla bene con un abile e paziente gioco di parata/affondo degno dei migliori schermidori, così da accumulare nel primo set un vantaggio importante. Ci provano i Ragazzi Impavidi a ridurre il divario che a fine set, tuttavia, risulta ampio ma, in tutta onestà, c’era da aspettarselo. Quello che nessuno si aspettava, e di certo neanche la formazione padrona di casa, è la tenacia e l’abilità in fase difensiva di un’inedita Impavida che scende in campo per il secondo set con una marcia in più. Sono sempre i padroni di casa ad avere in mano il pallino del gioco, ma gli adriatici sono più presenti ed abili ad impedire la fuga alla Prisma Taranto. Ed è proprio quando i ragazzi allenati da Coach Di Pinto erano già in dirittura di arrivo che Pesare, Marinelli e Carelli salgono in cattedra ribaltando la situazione sul 22-23. Ora sono gli avversari a dover inseguire e lo fanno piuttosto bene. Il finale è emozionante ed il set si concluderà soltanto ai vantaggi in favore della Sieco. Si festeggia per il set conquistato, ma chi poteva mai immaginare che gli abruzzesi avrebbero combattuto con grinta persino superiore anche nel terzo set? Probabilmente gli abruzzesi stessi che trascinano ancora una volta i tarantini ai vantaggi, che però riescono a vincere grazie anche al sangue freddo dimostrato da Padura Diaz nei momenti topici del finale.

L’avvio degli ospiti è micidiale. L’attenzione è massima in fase di copertura al contrario di quella dei padroni di casa che cala vistosamente. Neanche il tempo di respirare che l’Impavida si trova avanti di ben cinque punti. Si tratta di un piccolo ma importantissimo tesoretto che la Sieco sarà in grado di difendere fino alla fine con le unghie e con i denti arrivando al tie-break che vale un punto prezioso. Ma gli Impavidi sono in ballo, ormai e decidono di ballare. Coriacei in fase di difesa e ricostruzione i ragazzi di Coach Lanci si ritrovano avanti di tre punti quando è ora di cambiare campo. La strada sembra incredibilmente in discesa per la Sieco ma Taranto proprio non ci sta e, complici anche un paio di disattenzioni tra gli abruzzesi si riprende il set riuscendo addirittura a tornare in vantaggio sul filo di lana. A complicare ulteriormente la situazione ci pensa un piccolo infortunio occorso a Carelli che in fase di recupero urta un tabellone pubblicitario e si fa male ad una caviglia. Dario stringe i denti e continua a giocare anche se vistosamente claudicante. Marinelli sbaglia il servizio ma Diaz non ne approfitta e ricambia subito il favore stampando dai nove metri la palla sulla rete. Simoni ferma Padura Diaz con un muro perentorio. Lo stesso Diaz cerca vendetta nell’azione successiva ma la sua potente schiacciata termina fuori. Anche il video-check conferma inesorabile e la Sieco compie un piccolo miracolo di Natale anche se con poco più di un mese d’anticipo.

Tommaso Fabi: «Abbiamo affrontato questa gara con grande consapevolezza. Ci siamo detti di giocare al massimo e di divertirci. La nostra intenzione era quella di poter uscire da questo campo a testa alta e senza rimpianti. Fare una brutta figura sarebbe dispiaciuto a tutti, visto il nostro buon avvio di campionato. Poi questi presupposti si sono trasformati durante il gioco in un grande entusiasmo che ci ha portati a giocare una bellissima pallavolo e a non mollare mai palla dopo palla. Anche se siamo arrivati a Taranto solo in otto è stata comunque una gran bella vittoria di tutta la squadra, anche di quelli che stasera erano assenti. Giocare così e alla fine vincere in casa di quella che è descritta da tutti come la favorita alla vittoria del campionato rappresenta un’emozione incredibile»

Giancarlo Pesare, il Libero prestato al ruolo di schiacciatore: «Sono senza parole. Naturalmente contento. Abbiamo dimostrato quello che significa essere Squadra. Non so in quanti sarebbero riusciti in condizioni simili a compiere una simile impresa con Taranto a Taranto. Non ho parole se non quelle di ringraziamento verso i miei compagni e verso Pedron che non mi hanno fatto pesare nulla in questa serata per me decisamente atipica»


Nunzio Lanci schiera Pedron regista e Carelli opposto. Gli schiacciatori sono Marinelli e Pesare mentre al centro ci sono Capitan Simoni e Fabi. Libero Toscani.

Taranto, risponde con Coscione palleggiatore e Padura Diaz opposto. Gironi e Parodi schiacciatori, Presta-Di Martino centrali e Goi libero.

Il Primo Set si apre con la Sieco al servizio. Pesare. Parodi lascia cadere la palla e Pesare conquista il suo primo punto in campionato. Risponde immediatamente Gironi in pipe. 1-1. Marinelli fermato da Presta 3-2. Ancora Marinelli fermato a muro, stavolta da Coscione 4-2. Palleggio ad una mano e palla messa a terra da Fabi. Pesare mani/out 7-5. Simoni murato da Di Martino 9-5. Carelli trova le mani del muro 10-6. Primo errore in battuta per Taranto. Gironi la manda il rete 11-7. Poco dopo Gironi si fa perdonare. La sua pipe vale il 13-8. Fuori l’attacco di Carelli che salta da fermo 15-10. Pesare attacca sul fondo del campo e trova punto 15-11. Primo tempo di Di Martino 18-11. Carelli schiaccia sulle dita del muro 19-12. Arriva anche un ACE, questa volta è per Girone 21-12. Di Martino ferma Marinelli 22-13. Diaz fermato a muro da Fabi 22-15. Ancora Fabi con un buon primo tempo 23-16. Coscioni firma il punto del setball 24-16. Il diagonale di Gironi chiude il set 25-17.

Secondo Set con Taranto al servizio, ma il primo punto è di Simoni 0-1. Arriva l’ace di Di Martino 2-1. Parodi trova il mani/fuori ed è 3-1. Coscione cerca Diaz e lui risponde presente 6-4. Errore grossolano di Coscione che tenta il tocco di prima ma butta la palla in rete 7-5. Marinelli va a punto in Pipe 8-6. Out il servizio di Gironi 9-7. Pedron riesce in un tocco di prima 10-8. Padura Diaz cerca e trova il mani-fuori 13-10. Out il primo tempo di Simoni 15-11. Invasione di Padura Diaz 15-12. Marinelli attacca lungo line 16-14. Arriva il muro di Fabi 16-16. Ancora un muro per la Sieco, con Pedron 16-17. Murato Marinelli 18-17. Ancora un mani-fuori per Diaz 19-17. Fabi mette a segno un buon muro 20-18. Pesare, buon punto per il Libero improvvisato schiacciatore 21-20. Ace per Marinelli 21-21. Carelli ha buon gioco sul muro avversario 22-22. Errore per Diaz che schiaccia direttamente in rete 22-23. Fabi mette in difficoltà la ricezione e sulla palla di ritorno Carelli finalizza 22-24 e primo set-point per Ortona. Presta annulla la prima set-ball: 23-24. Diaz dalla seconda linea pareggia i conti in maniera rocambolesca 24-24. Gironi fermato da Carelli 24-25. Annullato anche il secondo set-point 25-25. Marinelli mette a segno il punto decisivo e la Sieco vince il set 1-1.

Il Terzo Set si apre con Pesare al servizio ma il primo punto è per i padroni di casa 1-0. Pedron ancora con un tocco di prima trova il punto del 1-2. Carelli mette a terra un gran punto 3-4. Out l’attacco di Marinelli 5-4. Primo tempo di Simoni, la Sieco tiene duro 7-7. Carelli trova il punto con il mani e fuori 9-9. Ancora una volta Pedron la butta dentro di prima 10-10. Marinelli ferma Diaz con un buon muro 10-11. Errore per Diaz che tocca troppo corto 10-12. Carelli trova il muro che vale il 10-13. Carelli cerca il muro ma non lo trova 12-13. Ancora errore per Carelli 14-14. Out l’attacco di Diaz 15-16. Marinelli riceve e poi segna in pipe 16-17. Pedron attacca una palla potente che vola dalle sue parti 18-19. Parodi stoppa Marinelli 20-19. Ace di Di Martino 21-19. Out il servizio di Padura Diaz 22-21. Coscione trova il punto che vale il 24-23. Diaz difende out 24-24. Gironi ferma Marinelli ed ora è 25-24. Simoni tiene in gioco i suoi 25-25. Parodi sfrutta la ricezione lunga e trova il 28-26 che vale il terzo set.

Si parte con Taranto al servizio in questo Quarto Set. Subito un paio di errori in battuta ed è quindi 1-1. Buon attacco di Marinelli 1-3. Diaz murato da Fabi 1-5. Fallo fischiato a Parodi, palla accompagnata, 1-6. Arriva Parodi che trova il punto scaccia crisi 2-7. Incredibile lungo linea di Pesare 3-9.  Mani e fuori cercato e trovato da Gironi 5-10. Il muro di Taranto va fuori 5-12. Out l’attacco di Marinelli 7-12. Out il servizio di Cottarelli 7-13. Diaz alza la voce 9-14. Fischiata invasione aerea alla squadra di casa 9-15. Il primo tempo di Fabi è murato da Presta 11-15. Simoni intercetta una palla di ritorno 12-17. Marinelli trova la linea di fondo campo 14-19. Marinelli tocca di pugno 15-20. Marinelli difende e Carelli contrattacca 15-21. Marinelli elude il muro avversario 16-22. Carelli mette a segno un punto importantissimo che serve ad avvicinare la Sieco alla conquista del set e nel contempo ad allontanare il pericoloso Padura Diaz dalla linea dei 9 metri: 17-23. Carelli segna il punto del 18-24. Ancora Pedron, punto con un tocco di prima. Si va al tie-break 19-25.

Si va quindi al TIE-BREAK. Diaz mura Marinelli ed è 1-0. Simoni però risponde ed è 1-1. Gran colpo di Carelli che pizzica l’incrocio delle righe 1-2. Marinelli schiaccia fuori di poco 3-2. Fabi trova il punto del 4-4. Carelli mura in solitaria Parodi 4-5. Ancora muro di Carelli 5-7. Out l’attacco di Padura Diaz 5-8. Cambio di campo con Fabi ancora al servizio. Carelli trova il tocco a muro di Presta ed è 6-9. Gironi è murato da Pedron 6-10. Errore di Carelli che la tira fuori malamente 8-10. Errore di Toscani in ricezione e Taranto è vicinissima 9-10. Invasione di Pesare ed è 10-10. Invasione di Gironi 10-11. Carelli nel tentativo di recupero si fa male e torna in campo zoppicando 11-11. Murato Carelli da Diaz 13-13. Mani e fuori di Diaz ed ora è match point per Taranto. Fischiata una doppia a Presta 14-14. Incredibile errore di Marinelli che manda la sua float out. 15-14. Diaz restituisce il favore 15-15. Poi Simoni ferma Diaz 15-16. Diaz la tira fuori e sarebbe vittoria per la SIECO ma c’è da attendere il video-check. Palla Out. Ortona compie il miracolo e con otto uomini contati vince in casa della Prisma Taranto.


Prisma Taranto - Sieco Service Impavida Ortona 2-3 (25/17 – 25/27 – 26/28 – 19/25 – 15/17)
Durata Incontro: (23’ / 28’ / 31’ / 23’ / 24’)
Muri Punto: Taranto 14, Ortona 16
Aces: Taranto 4, Ortona 2
Errori Al Servizio: Taranto 16, Ortona 7
Arbitri: De Simeis Giuseppe (LE) e Palumbo Christian (CS)

Sieco Service Impavida Ortona: Fabi 13, Simoni 8, Pesare 5, Rovetto, Pedron 8, Toscani(L), Carelli 27, Marinelli 20. Coach: Lanci. Vice: Costa.

PRISMA Taranto: Coscione 3, Parodi 16, Cottarelli, Presta 12, Padura Diaz 25, Di Felice n.e., Gironi 15, Goi, Hoffer, Cascio, Di Martino 19. Coach Di Pinto. Vice: Racaniello

Queste le altre gare in programma:

Kemas Lamipel Santa Croce – BCC Castellana Grotte                 ND
Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia – Conad Reggio Emilia         0-3
Cave del Sole Geomedical Lagonegro – BAM Acqua San Bernardo Cuneo    0-3
Synergy Mondovì – Emma Villas Aubay Siena                     ND
Pool Libertas Cantù – Agnelli Tipiesse Bergamo     ND

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK