Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Marchegiano si goda il suo ego, nel frattempo dica la verità

Dietro di lui notabili, politici di lungo corso ed ex amministratori comunali

Condividi su:

 

Marchegiano si goda il suo ego , la presunzione di chi si autoproclama "papa". Per il futuro spero che Marchegiano parli di Ortona e non di se stesso

Piuttosto Giorigio faccia sapere ad Ortona se è vero che contornato da ex amministratori comunali o da esponenti che hanno svolto ruoli politici e di partito da anni immemori , sarebbe un buon inizio per capire se chi si candida per essere discontinuità invece è la perfetta continuità 

Capisco che la verità fa male , ma un candidato sindaco dovrebbe mostrare serenità , non nervosismo

So anche perché non è sereno , lo diremo in campagna elettorale nel rispetto di tutti e sopratutto usciranno i volti, accanto ai giovani, di quelli che giovani non sono, né sono neutrali nella vicenda politica di Ortona, ma al pari di altri sono responsabili , del resto lo stesso Marchegiano ha la tessera del PD ed è stato dirigente del PD locale e regionale .

Per esempio in questi anni perché Marchegiano ,iscritto e militante del PD , non ha fatto una battaglia e denunciato ciò che non andava ? Perché si ricorda solo ora di farlo ?

Ha ragione Marchegiano , a differenza di me lui vive ad Ortona e ha frequentato il circolo del PD, a lui spettava battagliare per il cambiamento , ma non lo ha fatto e sono venuto a farlio io. Lo ho già fatto alle regionali quando avevo contro tutto l'apparato del PD e la Città di Ortona ha deciso , non Giorgio, che fossi il più votato di Ortona. Difficile che mi senta solo.

A differenza di Marchegiano io credo che non ci si autoproclama "papa", perché ci saranno tanti giovani candidati ovunque , a partire dalle nostre liste , oppure Marchegiano pensa di essere l'unico degno di rappresentare i giovani ad Ortona ?

Continuo a credere che l'entusiasmo dei giovani non va tradito con i giochetti della vecchia politica , quella di aprire una cosa e farne un'altra , forse perché non te lo fanno fare , appunto una questione di libertà 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook