Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Gli uffici della Guardia di Finanza saranno trasferiti presso la vecchia sede ospedaliera in Piazza S. Francesco

Sottoscritto l’accordo preliminare tra il Comune di Ortona e la ASL di Chieti

Condividi su:

Nel pomeriggio di martedì 14 febbraio 2017, presso gli uffici della ASL di Chieti, è stato sottoscritto l’accordo preliminare tra il Comune di Ortona e la ASL di Chieti che prevede l’utilizzo di parte dell’ex Ospedale di Piazza S. Francesco da parte del Comune per la sistemazione temporanea, per qualche anno, della Tenenza della Guardia di Finanza di Ortona.

L’attuale sede in via della Libertà, all’interno del complesso ex ECA, su relazione dei Vigili del Fuoco e dei tecnici incaricati, è stata oggetto di ordinanza di sgombero per alcune gravi lesioni subite dalla struttura in cemento armato a seguito degli ultimi eventi sismici.

Per il Comune di Ortona hanno partecipato all’importante evento il Vice Sindaco Luigi Menicucci ed il Sen. Tommaso Coletti, che sin dall’inizio aveva seguito il problema insieme al Sindaco Vincenzo D’Ottavio.

Per la ASL di Chieti ha partecipato il Direttore Generale Pasquale Flacco.

Con l’accordo preliminare sottoscritto, i circa mille metri quadrati di locali sono immediatamente messi a disposizione del Comune che provvederà ad eseguire i lavori necessari ad adeguare la struttura alle esigenze della caserma.

Così entro un paio di mesi la Guardia di Finanza potrà utilizzare la nuova sede ed il Comune potrà occuparsi dell’adeguamento sismico della sede attuale.

 “Siamo soddisfatti – hanno dichiarato il vice Sindaco Luigi Menicucci e il Capogruppo PD Tommaso Coletti – perché i vertici della Guardia di Finanza, se non avessimo raggiunto questo importante risultato, avrebbero sicuramente deciso loro malgrado di chiudere il presidio ortonese, con gravi ripercussioni sia per la Città che per gli stessi appartenenti alla Guardia di Finanza che operano nella Tenenza di Ortona”.


c.s.

Condividi su:

Seguici su Facebook