Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

INAUGURATA LA PRIMA SEDE ABRUZZESE DEL MOVIMENTO "NOI CON SALVINI "

TAGLIO DEL NASTRO AFFIDATO AL SEN. PAOLO ARRIGONI

Condividi su:

Si avvicinano le elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale di Ortona, i partiti e i movimenti politici cominciano ad organizzarsi e strutturarsi sul territorio.

Una delle prime a muoversi in tal senso, è il Movimento NOI CON SALVINI, che giovedì 14 Luglio ha inaugurato la propria sede in Via Luigi Dommarco nei pressi del Castelletto.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza dei referenti locali e regionali del movimento e del Sen. Paolo Arrigoni delegato di Matteo Salvini per la Regione Abruzzo.

Dopo la cerimonia hanno preso la parola il coordinatore cittadino del movimento, Rocco Ranalli che ha ringraziato quanti hanno collaborato per l'apertura della sede che è la prima nella Regione ed ha poi tracciato il programma delle attività future del movimento ad Ortona.

Hanno portato il saluto ai numerosi convenuti provenienti da tutta la regione Annarita Guarracino responsabile regionale delle donne.

Il coordinatore provinciale Federico di Palma nel suo intervento ha esaltato la coesione del gruppo ortonese del movimento che rappresenta un buon preludio per il raggiungimento di un positivo risultato alle prossime elezioni comunali.

Il responsabile regionale organizzazione e comunicazione Giuseppe Bellachioma ha parlato di Ortona come progetto pilota all'interno della struttura regionale di un movimento giovane che ha necessità di radicarsi sul territorio.

Il Sen. Paolo Arrigoni ha concluso l'incontro con un discorso appassionato trattando i vari argomenti cari al leader Matteo Salvini quali: l'immigrazione, la politica economica del governo e la riforma costituzionale sulla quale il movimento è impegnato nella campagna referendaria a supporto del NO alla riforma approvata dal parlamento.

 Al termine dell'incontro abbiamo intervistato Rocco Ranalli e il Sen. Paolo Arrigoni

 

foto e video Paolo Di Deo

Condividi su:

Seguici su Facebook