Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'amministrazione comunale vuole risolvere il problema Donn-è

Di Muzio: "ringrazio il sindaco D'Ottavio per questa apertura nei nostri confronti".

Condividi su:

L'amministrazione comunale  si sta impegnando per risolvere la questione "Donn-è", al centro del dibattito cittadino.

A tal proposito, secondo indiscrezioni, l'Amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo D'Ottavio ha convocato  il presidente dell'associazione Donn-è  di Ortona e  il presidente del Consultorio famigliare A.GE., sempre di Ortona,  organismi che voglio entrambi lavorare nell'ambito di tutela e ausilio alle donne vittime di violenza. 

In merito al consiglio di mercoledì scorso, questo è il commento del presidente dell'associazione Donn-è, l'avvocato Francesca Di Muzio: "Ringraziamo il Sindaco per questa apertura e per la volontà di rivedere il rapporto con Donn.e'. La nostra Associazione, da sempre, fa del confronto e del dialogo lo strumento per lavorare con le Istituzioni  a tutti i livelli e con tutti gli operatori del sociale.  Ci auspichiamo, pertanto, che venga  trovata la soluzione migliore a tutela di tutte le donne che fruiscono e fruirann oin futuro  del nostro servizio, già attivo sul territorio". 

Intanto, nono appuntamento del Ciclo di Conferenze 2012/2013 della Consulta Giovanile del Comune di Ortona, dal titolo "Relazioni malate: violenza e stalking", a cura dell'Associazione Donn-è, che si terrà domenica 24 febbraio alle ore 18 presso la Sala Eden.Prendendo spunto dai recenti episodi di cronaca e dalla eco che in diversi contesti sta cominciando a farsi sentire, si propone un incontro di sensibilizzazione e riflessione sulla violenza di genere. Interverranno diversi professionisti del settore (Monica di Clemente, pedagogista; Stefania Paluzzi, sociologa; Luigi Gileno, psicologo psicoterapeuta; Francesca Di Muzio, avvocato presidente dell'associazione; Laura Iubatti, avvocato e segretario dell'associazione) e ci sarà l'occasione per un dibattito su questi temi col pubblico intervenuto.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook