Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

IL MUSEO DELLA BATTAGLIA DI ORTONA PROLUNGA L'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO

LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO " CARABINIERI E MARINAI IN CONGEDO " A DISPOSIZIONE DEI NOSTRI TESORI.

Condividi su:

 

Finalmente una notizia interessante . Le associazioni dei Carabinieri e dei Marinai in congedo si sono resi protagonisti di una brillante iniziativa.

Al fine di favorire l'accesso anche nei giorni festivi e pre-festivi al Museo della Battaglia, gli associati offrono gratuitamente alla comunità la loro collaborazione.

I visitatori, adesso, hanno la possibilità di fruirlo anche nei giorni festivi e pre-festivi. " Il sabato dalle ore 17 alle 19;  la domenica dalle  10 alle 12. Poi, se ci sono delle prenotazioni, siamo a disposizione con l'apertura straordinaria ", spiegano le volontarie Maria Concetta Sarchese e Enza D'Addato.Il MUBA è molto frequenatato, sopratutto dalle scolaresche, dai turisti italiani e stranieri e dalle famiglie singole, che in qualche modo amano conoscere e approfondire la storia dei propria terra.

Inaugurato il 6 maggio 2002, dal Sindaco della città Gianfrancesco Puletti e dalll'Ambasciatore Canadese, documenta la famosa BATTAGLIA DI ORTONA  nell'ultimo conflitto mondiale. Iniziò prima del Natale 43 e finì  nel giugno 1944.

Il Museo è il luogo adatto per ricordare nel massimo " SILENZIO " la memoria di 1314 vittime civili e di tantissimi militari deceduti: canadesi, inglesi e tedeschi. Il COMUNE DI ORTONA vuole trasmettere un messaggio di pace. " MAI PIU' LA GUERRA ".

Il Muba è articolato in tre sezionii diverse. La prima è dedicata ai civili. Un plastico illustra i momenti terribili che avvennero nel centro cittadino; la seconda dedicata a chi la guerra l'ha combattuta, contiene gli oggetti bellici. La terza sezione illustra le strategie della guerra.

Il MUSEO  DELLA  BATTAGLIA  E' UNA TAPPA OBBLIGATA  PER CHI  VISITA  ORTONA, A  PRESCINDERE  DALL'ETA' ANAGRAFICA.

LA  STORIA  FA  PARTE  DEL  PASSATO  RIPERCORRENDO  LE  NOSTRE  ORIGINI. 

 OCCUPA  UN  RUOLO  FONDAMENTALE  NEL  NOSTRO  VISSUTO.

Un plauso doveroso alle associazioni: i "  T e s o r i " vanno custoditi! .

PER   NON   DIMENTICARE!

 

Condividi su:

Seguici su Facebook