Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

UN LAMPO DI DE LUCA E LA SSD PORTA A CASA LA VITTORIA

GARA EQUILIBRATA E COMBATTUTA - IL PAREGGIO SAREBBE STATO MONETA PIÙ GIUSTA

Condividi su:

Un derby atteso e le due squadre hanno profuso tutte le energie per cercare di fare propria la gara. 

Sicuramente le due compagini si sono equivalse ma con una leggera prevalenza territoriale della Virtus Ortona che per l’occasione giocava fuori casa.

Ci si poteva aspettare una ssd Ortona brillante e volitiva visto l’organico di quantità e qualità di cui dispone ma chi ha visto la gara sicuramente non l’ha notato ed anzi in alcuni tratti il centrocampo della Virtus si è disimpegnata meglio e nel primo tempo ha creato una leggera supremazia che l’ha portata molto vicina al vantaggio con l’uomo che è risultato il migliore in campo e che ha fatto dannare il suo diretto avversario Barbetta , sto parlando del n 11 Cisse’ che più volte da solo ha fatto reparto. 

I calciatori della Virtus , Galasso , Grossi e Di Domizio sono parsi anch’essi fra i migliori della gara e non hanno concesso nulla 

ai loro avversari di reparto Avvantaggiato , Di Peco e  Miocchi.

La ssd Ortona si è schierata con lo stesso undici vincente a Lanciano e quindi con una difesa a quattro , con altrettanti centrocampisti e con due punte centrali . Il gioco espresso è stato per lo più asfittico, senza ampio respiro e con i due centravanti bloccati senza troppi patemi dalla difesa avversaria. 

La compagine ospite è stata pressoché speculare con la variante di avere più sbocchi sulla corsia esterna in quanto ci stazionava  un attaccante veloce e dinamico come Cessi, peccato che non era supportato da un centravanti all’altezza anche se quest’ultimo si è battuto con coraggio.

I gialloverdi , come dicevo sopra , non riescono ad esprimere un buon calcio, si insiste in trame centrali senza un adeguato supporto sulle fasce laterali e con due punte centrali e con la mancanza di una mezza punta estrosa e di talento, Dragani è fuori forma e viene da un infortunio,  le difese avversarie hanno buon gioco.

Onestamente la gara odierna ha evidenziato una decisa regressione rispetto a quelle , pur non esaltanti , precedenti ed ha amplificato la carenza di quantità e sostanza nella zona nevralgica del campo.

Naturalmente ogni considerazione da me fatta è personale e lungi da me la pretesa di dare suggerimenti ma una cosa certa è che la compagine di D’Ambrosio non ha ancora una precisa identità e stenta ad esprimere tutte le proprie capacità che indubbiamente gli elementi di cui dispone posseggono. Una considerazione sulla difesa , gli elementi impiegati e a disposizione sono tutti all’altezza ma forse necessiterebbe anche di qualcuno che fluidificasse con efficacia sulle fasce laterali così da aprire il gioco e le difese avversarie.

Faccio i complimenti alla Virtus che con determinazione , sagacia ed abnegazione si è battuta senza reverenza con la più blasonata avversaria e che solo per un episodio , casuale, è uscita perdente . Se la compagine avesse avuto un attaccante di valore forse starei a raccontare un’altra partita.

Le due squadre si sono schierate con :

ssd Ortona :  1- Garibaldi  v. 6,5 - un solo intervento di rilievo ma puntuale.

2- D’Intino v.6 , si limita al controllo difensivo sulla fascia destra ma non incide in appoggio.

3- Barbetta v. 6, è giovane, soffre molto lo scattante Cessi’ , lo limita ma con grande sofferenza, migliorerà.

 

4- Miocchi v. 5,75 , una prestazione non all’altezza , corre ma non riesce a tener testa al 10 avversario.

5- Lieti v. 6, sufficiente ma è dovuto ricorrere a volte alle maniere forti , non ancora in palla.

6- Grossi v. 6,5, elegante , buono di testa, un sinistro delicato, potrebbe essere utile in fase d’appoggio ma si relega perché centrale, forse sulla fascia darebbe un maggiore supporto.

7- Mazzarelli v. 6, si da da fare ma è un ragazzo e messo in quel ruolo non riesce ad esprimersi al meglio.

8- Avvantaggiato - v.6, ci si aspetta molto di più da lui, si limita a smistare palloni quando è in tranquillità ma in fase offensiva non da’ il giusto apporto.

9- Pompilio - non riceve assistenza , si batte ma non riesce ad incidere ed a essere pericoloso mai.

10- Di Peco - v. 6 - è un giovane e fuori quota , è bravo tecnicamente ma inetavilmente pecca di personalità, sostituire Dragani per lui è troppo oneroso, più defilato forse darebbe più consistenza alle sue gare e sarebbe più utile alla squadra.

11- De Luca - v. 7, centrale d’attacco sta crescendo , non è quasi mai servito a dovere ma ha il grande merito di regalare i tre punti alla sua compagine.

Allenatore  D’Ambrosio v. 6 - la squadra è parsa asfittica e senza sbocchi in avanti, le occasioni da rete sono state rare , c’e qualcosa da rivedere ma forse l’assenza del miglior Dragani frena tutta la squadra.

Virtus Ortona -  1- Zampacosta  v.6 , giornata  di riposo, mai impegnato ma padrone della sua area.

2- Cirillo v. 6  fa il suo 

3- Micaroni v. 6,5 , in inferiorità numerica si è battuto e sacrificato.

4- Valerio v. 6,5 , concede pochissimo, sempre attento.

5- Di Rosa v. 6,5 , c’e’ e si vede , da’consistenza al reparto.

6- Palanza v. 6 , da il suo supporto.

7- Galasso v. 7 , quantità e qualità, fra i migliori in campo.

8- Grossi v. 7, davvero un buon giocatore , corre ed è anche tecnico, bravo.

9- Esposito v 6, si è battuto con grande impegno ma deve maturare.

10- Di Domizio - V. 6,75 , corre, è veloce, è intraprendente e ha personalità ma forse dovrebbe cercare più collaborazione con gli altri, a volte si è avuta l’impressione che volesse strafare.

11- Cisse’ - v. 7,5 gran gara la sua , spina nel fianco della difesa gialloverde ma ingenuo nel farsi espellere lasciando per gran parte della gara la squadra avversaria in superiorità numerica, comunque grave la sua mancanza.

Allenatore Antenucci : v. 7 , ha disposto la squadra nel modo giusto ed ha messo in soggezione i gialloverdi che sono riusciti a prevalere in modo non meritato

Amerigo Gizzi

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook