Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L’ORTONA CALCIO PUR GIOCANDO UNA BUONA PARTITA NON RIESCE AD EVITARE LA SCONFITTA

UNA ELICESE MOLTO FORTE SI CANDIDA A DISPUTARE UN CAMPIONATO DA PROTAGONISTA

Condividi su:

Avevo annunciato nell’anteprima che la gara sarebbe stata difficile ma che nel contempo la vittoria era l’unica moneta accettabile per dare all’ambiente entusiasmo e fiducia dopo la sconfitta rimediata a Casoli domenica scorsa.

Purtroppo la squadra avversaria si è dimostrata essere una signora compagine e credo anche che reciterà un ruolo importante durante tutto il campionato.

L’Elicese è quadrata in tutti i reparti ed in attacco ha due splendide punte Di Leonardis e Di Nardo che fanno davvero reparto.

La gara è stata sempre in bilico dopo che l’Elicese è passata in vantagggio al 40’ p.t con Cipressi con un bel tiro da fuori area, ma nonostante l’impegno profuso la compagine  gialloverde non è riuscita ad agguantare il pareggio che secondo il mio parere avrebbe meglio rispecchiato l’andamento della gara.

La nostra squadra non è la stessa dello scorso anno e il nuovo mister , Mario D’Ambrosio , sta cercando la quadra per dargli una propria identità , ma all’inizio di campionato non è facile e bisogna dargli il giusto tempo.

Comunque la società ha fatto numerosi acquisti per avere una squadra competitiva ed ora non resta che assemblarla a dovere per vederne al più presto i giusti frutti ma la gara di domenica prossima è fondamentale , in quel di Lanciano, e bisogna vincerla a tutti i costi per avere poi una settimana di proficuo lavoro per affrontare l’altra compagine Ortonese in un derby , la Virtus Ortona , con la necessaria tranquillità e che appassionerà tutti gli ortonesi.

Come dicevo prima , la squadra non ha ancora la sua precisa identità  ed in particolare nella zona nevralgica del campo persiste ancora il dilemma se schierarla con due incontristi come  Scioletti  e Miocchi , un costruttore di gioco come Avantaggiato ed un attaccante aggiunto come Dragani libero di spaziare in tutte le zone del campo ma soprattutto in fase offensiva dove lo scorso anno ha fatto davvero la differenza, oppure come fin’ora ha pensato di fare il Mister , ossia schierarsi con un solo incontrista Miocchi o Scioletti e con un tutto fascia Di Peco. 

La difesa mi sembra ben agguerrita con la conferma degli stessi elementi dello scorso  anno  con l’aggiunta di Barbetta e di Grossi.

In attacco , invece , ci sono i riconfermati Pompilio, Bernabeo e Veri con il riforzo di De Luca.

Credo comunque che la chiave di volta sia nel mettere in condizioni Dragani di sprigionare tutto il suo potenziale e di dotare il centrocampo di spessore in fase di filtro per dare più solidità a tutto il reparto e rinforzare così facendo anche la difesa con la sua miglior copertura.

L’Ortona è scesa in campo con:

1- Garibaldi , v. 6,5 , incolpevole sul gol, svolge il suo compito con sicurezza.

2- D’Intino, v. 7, schierato terzito  dx sprigiona tutta la sua verve e risulta essere il migliore in campo.

3- Barbetta, v. 6,5, al suo esordio fa il suo con buon impegno.

4- Miocchi, v. 6,5 , anche lui fa l’esordio in maglia gialloverde e si fa vedere per aggressività ed impegno, deve amalgamarsi ma appare un po’ solo a tamponare.

5- Lieti v. 6,5 , orfano del suo gemello centrale e con  avversari fortissimi soffre ma non capitola, bravo a contenerli.

6- Grossi v. 6,5 schierato centrale e con il centravanti avversario davvero forte fa il massimo possibile.

7- Di Peco , v.6 , non incide, non morde, a volte sembra fuori dagli schemi, è un buon giocatore ma deve amalgamarsi e crescere.

8- Avantaggiato v. 6,5 , si piazza stabilmente a centrocampo, smista palloni con diligenza , è tecnicamente dotato ma pecca in fase di contenimento e quindi soffre quando la squadra avversaria attacca.

9- Pompilio, v.6,5, è un buon centravanti e quando riceve buona assistenza è sempre pericoloso, poco fortunato.

10- Dragani, v. 6,5 , non è nelle migliori condizioni e soffre più del solito, fisicamente un po’ appannato e quando non si accende lui è buio pesto. Bisogna metterlo nelle migliori condizioni per sprigionarlo altrimenti sono guai per l’intera squadra.

11- Bernabeo, v. 6 , viene da un infortunio e si nota, non riesce a dare il massimo , ha bisogno di recuperare la migliore forma fisica.

Allenatore , D’Ambrosio , v.6,5 , sta trovando la quadra , forse c’e qualcosa da rivedere e da affinare, la squadra per ora non riesce ancora ad esprimere tutto il suo potenziale ma ci sta lavorando.

Amerigo Gizzi

 

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook