Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'IMMACOLATA APRE LA STRADA AI PREPARATIVI DELLE FESTIVITA'. IL NATALE CHE VERRA'.

Le luminarie e la potatura degli alberi nel centro cittadino sancisce l'approssimarsi del Santo Natale.

Condividi su:

 

Contrade che vai, tradizioni che trovi.

Lu "Fucarecce" di contrada Tamarete e di Villa Grande annunciano la Festività dell'Immacolata Concenzione. Il ringraziamento e la devozione per la Madre di Gesù e di tutte le genti, è una tradizione millenaria molto sentita ,sopratutto nelle periferie di Ortona.

Un momento della tradizione popolare, dove la fede viene vissuta nel segno dell'amicizia e della cordialità.

A partire da questo giorno, nelle abitazioni degli ortonesi si accendono le luci del presepio e dell'albero di Natale.

Anche il Comune di Ortona sta facendo la sua parte, La potatura degli alberi, il riordino della città, l'installazione delle luminarie e del bellissimo albero in piazza della Repubblica fanno intendere che il NATALE si avvicina.

La FESTA DELL'IMMACOLATA CONCENZIONE, viene celebrata particolarmente nella Chiesa di contrada Foro e nella Basilica di San Tommaso Apostolo.

 

La statua della Madonna ubicata di fronte la Cappella del S.S. Sacramento ha uno splendore indescrivibile. Restaurata per volontà del compianto parroco Don Antonio Politi, presenta anche un bellissimo sfondo color cielo, coperto di stelline in oro.

I DUBBI DELLA CHIESA.

Il CLERO soltanto nell'anno 1848 ha chiuso la  delicata questione sul peccato originale di MARIA, attraverso l'Enciclica "Inefabillis Deus". Fino a quella data esistevano opinioni discordanti.

Questa è stata la sintesi del DOGMA approvato dal Papa IX  che ha sciolto ogni dubbio.

" Maria prima del suo concepimento, per una Grazia ed un privilegio singolare di DIO ONNIPOTENTE, è stata preservata intatta del suo peccato originale, e ciò deve essere oggetto di FEDE, certo ed immutabile per tutti i fedeli".

In sostanza il DOGMA  afferma che la MADONNA è l'unica creatura ad essere nata priva del peccato originale, fin da 40 settimane prima della nascita. E non solo, essendo unica per speciale privilegio, non ha commesso nessun peccato, in tutta la sua VITA.

In seguito PAPA GIOVANNI XXIII, per esaltare la MADRE DI DIO, nel 1958, uscì dal Vaticano, e si recò in Piazza di Spagna, per deporre ai piedi della Vergine, un cesto di rose bianche.

I fedeli ortonesi molto legati alla Basilica dell'Apostolo Tommaso, fanno anche visita nelle loro preghiere, alla Cappella della MADONNA DELLA CONCEZIONE.

La Tradizione popolare e la Fede sono le due facce del nostro vissuto, e pertanto, vanno conservate nel tempo.

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook