Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il sindaco mangia (assessori) donne

L'editoriale politico di Amerigo Gizzi.

Condividi su:

Qualcuno dice che sarebbe bene non commentare più cosa fa  l'amministrazione comunale di Ortona, ma ritengo che è un bene seguire comunque al di là di come la si pensi. E' vero, ormai tutto è  indecifrabile , nessuna cosa fatta ha un filo logico, sembra che il modo di agire sia dettato dal contingente, dall'umore di qualcuno e di conseguenza quello che si fa oggi non va bene per domani, tutto è fine a se stesso. Le decisioni ed i comportamenti tenuti hanno portato ad uno sfaldamento della maggioranza che si mantiene ora solo per un voto e praticamente c'e' una giunta quasi monocolore , e se consideriamo anche che l'Udc ,che e' l'unica forza insieme al PD in maggioranza, si e' frantumata essendosi scissa con SC Scelta Civica si capisce lo stato di assoluta' precarieta' in cui versa l'amministrazione. La maggioranza e' quindi appesa ai capricci di qualcuno che a seconda di quello che sogna la notte cosi' si comporta. Insomma possiamo paragonare la tenuta della maggioranza alla tenuta della nostra rete idrica che fa acqua da tutte le parti e che se si aggiusta un tratto se ne sfascia un altro.

Ancora una volta siamo qui' a commentare l'assoluta inadeguatezza di questa maggioranza a cui fa difetto , purtroppo, la mancanza di una Leadership riconosciuta. Dopo ben otto mesi di crisi profonda si apprende che la stessa e' stata risolta con l'innesto di due giovani di belle speranze , una appannaggio dell'UDC e una dalla cosiddetta societa' civile. Il sindaco e' l'assoluto protagonista di questo baillame, forse vittima della sua risicatissima maggioranza, forse vittima delle bizze a volte di uno e a volte di un altro. Il primo cittadino parla raramente , e fa bene, perche' sa che quello che dice oggi puo' essere smentito domani tanta e' la fragilita' su cui si regge. E' inutile ricordare la stima che ho del sindaco come persona ma qui si parla di amministrare una citta' e non si puo' indulgere su nessuna cosa . Ritengo, a mio modestissimo parere, che i consiglieri a cui si rivolge il D'Ottavio gli complicano la vita ogni giorno di piu'e quello che e' gravissimo e' che continua ad averne fiducia e quindi le sabbie mobili avranno il sopravvento. Dopo instancabili ed indecifrabili trattative si e' giunti ad una maggioranza di 9 voti contro 8 della minoranza, i ricatti incrociati hanno portato alla partitura di un topolino. Il Sindaco, ormai famoso per i suoi azzeramenti di Giunta finti, e' riuscito a ricomporre una maggioranza e la nuova Giunta formata da 5 assessori , di cui tre titolari, e due di riserva, questa e' la nostra opinione. Gianluca Coletti, Roberto Serafini e Giannicola Di Carlo sono i titolari e i due Giovani Bomba e Lea Radico sono le riserve non foss'altro perche' sono gli ultimi arrivati, non perche' valgono di meno, anzi.

Sig. Sindaco mi permetta di fare un ragionamento particolare sulle donne della sua amministrazione. Ho come l'impressione che lei le Assessora se le "Mangia", che lei non le ami molto, in quanto in brevissimo tempo ne ha fatte fuori due del calibro della D'Alessandro e della Consuelo Mangifesta . Non dimentichi che la prima era stata perorata personalmente da lei e che la seconda lei l'aveva presentata in consiglio comunale come un astro nascente , e ne aveva ben donde, e che nello stesso consiglio comunale lei l'aveva defenestra azzerando la Giunta. Ora si dice che la Consuelo abbia rifiutato il reincarico per motivi personali ma e' chiaro come il sole che lei con quella mossa ha dimostrato alla suddetta in quale pasticcio si era cacciata. Ora lei dichiara testualmente : Cercavamo un Assessore donna perche' la normativa ce lo imponeva , ma di grazia se non ci fosse stato il regolamento avrebbe scelto un altro uomo? Il mio intento non e' polemico e lei lo sa bene ma la realta' dei fatti certifica senza ombra di dubbio che ormai il suo elettorato l'ha in massima parte abbandonata. Mi permetta ancora di rimarcare che lei le Assessora se le " Mangia " e faccio gli scongiuri che il detto : Non c'e' due senza tre" no si avveri. PS: faccio un grandissimo in bocca al lupo ai giovani assessori che non sanno ancora che deleghe avranno, speriamo che il sindaco in questo caso accorci i tempi, non vorremmo che anche qui' i veti incrociati facciano passare altri 8 mesi. Sembra strano ma in questi due giovani ripongo tanta fiducia , le capacita', anche se non li conosco personalmente penso che l'abbiano , il furore giovanile non manchera' , se dovessero fallire vuol dire che hanno trovato ostacoli in seno alla maggioranza e spero che cio' non accada. PS2 : A proposito sign. sindaco dimenticavo, anche la signora Di Sipio e' una donna o forse non se n'e' accorto?

Alla prossima amici

Condividi su:

Seguici su Facebook