Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

IL CENTRO DESTRA NON TROVA ANCORA LA QUADRA , SOFFRE DI " MASOCHISMO " ?

L'AREA DI CENTRO DESTRA SOFFRE DELLA SINDROME " UNO VALE UNO " DIMENDICANDOSI CHE E' UN FALLIMENTO ?

Condividi su:

Se c'e' un solo numero , il 10 , ed invece ci sono altri in quantita' ma la cui somma fa 2 , risultera' di gran lunga sempre vincente il 10 ; e' talmente palese , chiaro ed incontrovertibile in matematica ma in Politica siccome si parla in modo contorto e con geroglifici e arzigogoli e non con fatti reali si rischia spesso di ribaltare cio' che effettivamente e' e si scambia anche  " lucciole per lanterne " .

E' incredibile che questo avvenga ancora una volta nel centro destra che fa sfoggio di tante liste , forse sette , ma alcune prive della consistenza necessaria e per giunta con esclusione di chi forse la consistenza l'avrebbe eccome.

La Politica dei tempi quando qualcuno teorizzo' quella " dell'uno vale uno " e' finita e sepolta e la si ricorda per il fallimento pratico avuto ma inopinatamente c'e' qualcuno che la riesume e cosa ancora piu' grave c'e'  chi abbocca anche .

Si resta interdetti , francamente , vedere che chi avrebbe le munizioni che servono per vincere la guerra si lasci immergere in discussioni senza fine e molte volte senza costrutto . Il numero delle liste a volte servono solo a mostrare i muscoli senza poi , pero' , averne un riscontro effettivo positivo anzi finiscono per danneggiare.

Parliamoci chiaro , l'area di cx dx in Consiglio Comunale si e' costruita una credibilita' sul campo battendosi su tutti i campi contro una maggioranza schiacciante e granitica e non si riesce a capire del perche' non si e' ripartiti da questo dato di fatto per costruire su basi solidissime la nuova tornata elettorale  ma evidentemente forse aleggia un'altra sindrome " quella del " Karakiri ".

Quando ci s'incarta , quando si fanno troppe strategie , quando la Politica prende il sopravvento , a proposito e' di oggi il sondaggio che certifica al 5% la fiducia degli Italiani verso la Politica , si finisce per farsi il male da soli ed anche qui' puo' subentrare l'ennesima sindrome , quella " masochistica ".

Chi segue da vicino le vicende Politiche Nazionali e Cittadine dal di fuori ossia senza nessun coinvolgimento diretto ,  si meraviglia spesso della illogicita' delle decisioni prese e delle strategie adottate e se ne chiede anche la ragione e alla fine conclude pensando che non e' che i Politici non capiscono ma che hanno comportamenti anomali in quanto in conflitto d'interessi e spesso anche per interesse personale .

Chi scrive non si erge a tuttologo o scienziato di turno ma semplicemente e' spettatore di comportamenti tanto anomali che e' complicato non accorgersene o giustificarli quantunque ci si sforzi del contrario .

Qualsiasi normale cittadino adoperando il minimo buonsenso si meraviglia di cio' che gli accade intorno , dei movimenti strani Politici che non hanno alcun fondamento oggettivo ma che seguono logiche contorte ed incomprensibili se non quelli di chi antepone interessi di parte a quelli della collettivita'.

Attualmente l'unico che vive sonni tranquilli e' l'uscente Sindaco Castiglione che assiste con gioia agli spettacoli di contorsionismo che finora hanno caratterizzato gli schieramenti contendenti e quindi calorosamente ringrazia .

Le nostre riflessioni sono quelle di normali Cittadini che desidererebbero che i Politici si comportassero in modo trasparente e lineare in modo da capirci qualcosa anche loro ed infatti ricordo ancora che solo il 5% degli Italiani ha fiducia ancora in questa malandata categoria.

Ortona pur rappresentando il terzo polo vinicolo a livello Nazionale  e pur avendo l'unico porto Nazionale in Abruzzo e' la cenerentola fra le citta' Regionali  ed e' escluso da tutto , non conta nulla a nessun livello ed eccelliamo solo in disoccupazione e continuando cosi' rischiamo di incrementarla ulteriormente . Molti Cittadini vedono Ortona come la " Citta' dei pensionati " e se non cambiamo registro sara' a poco una nomea anche certificata.

Amerigo Gizzi

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook