Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Monta la polemica sul deposito Gpl

Intervento di Massimo Tatone per Destra Sociale Ortona

Redazione
Condividi su:

Destra Sociale Ortona - Circolo Giorgio Almirante
Info mail: destrasocialeortona@gmail.com

Destra sociale Ortona esprime la sua contrarietà all’impianto della società Walter Tosto.
Negli ultimi anni pare che questa città debba diventare la Taranto d’Abruzzo.
Una città dove per anni e anni si parla di turismo, soprattutto durante le elezioni, e alla fine si decide di costruire una bomba del genere.
Quello che ci fa più rabbia è che l’attuale minoranza, all’epoca della centrale turbo-gas (ed oggi si oppone all’impianto gpl) non ha esitato, nonostante le 3mila firme raccolte contro la società tamarete energia, ad autorizzare quella centrale. Una centrale di 101mw a 100mt dalle abitazioni.

Ma torniamo al progetto Walter Tosto.
Con questo progetto che sicurezza abbiamo?
Cosa dice la normativa Seveso 3 inerente a questi tipi di impianti?
Un impianto dove può scatenarsi un effetto domino sulla zona portuale, ricordando che abbiamo due impianti di stoccaggio Pet-coke.

Chi ci garantisce la sicurezza? La regione abruzzo? La società W.T?
A questo punto, datosi che proprio nel 2010 il dipartimento nazionale di protezione civile classificò il mare Adriatico a rischio Tsunami con tanto di documentazioni, sarebbe bene invitare sul posto il capo del dipartimento nazionale di Protezione Civile per avere anche un proprio parere.

Per non parlare poi del periodo estivo dove aumenta il traffico.
La società W.T, la regione Abruzzo, l’amministrazione comunale, il ministero dell’ambiente, sono pronti ad assumersi la responsabilità civile e penale se accade qualche disgrazia??
Si parla di un referendum popolare dove il popolo dovrà avere il coraggio di dire sì all’impianto oppure no; un voto che dovrà essere preceduto da un esame di coscienza, perché certamente in caso di un incidente rilevante anche quel cittadino che ha votato favorevolmente dovrà riflettere sul proprio errore.
Si vocifera, oltretutto, che ci sia una consulta popolare, che sarà composta da un numero ristretto di cittadini. Ora ci chiediamo: possono pochi cittadini decidere per tutta la cittadinanza ortonese?

Ricordiamo la disgrazia di Viareggio dove il treno cisterna di Gpl esplose, creando la morte di 11 persone e il crollo di due edifici.

Noi siamo contrari a ciò e vi possiamo garantire che in caso di qualsiasi disgrazia saremo al fianco di chi vuole giustizia.

Tatone Massimo
Presidente di Circolo Destra Sociale Ortona
Delegato regionale ambiente e protezione civile Destra Sociale Abruzzo

Condividi su:

Seguici su Facebook