Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Come personalizzare il proprio ambiente di lavoro

Condividi su:

Negli ultimi due anni, come ben si sa, la nostra vita è stata investita da cambiamenti epocali. Uno dei più rilevanti è senza dubbio il ricorso allo smartworking - molto diverso dal telelavoro - pratica che, fino al 2019, non era diffusa come oggi.

Lavorare da casa ha significato per molti una vera e propria rivoluzione copernicana delle proprie abitudini, ma anche del comfort psicologico. Alla luce di ciò, sono sempre di più le persone che si chiedono come personalizzare il proprio ambiente di lavoro.

Se ti riconosci in questa descrizione, non devi fare altro che seguirci nelle prossime righe. Abbiamo infatti selezionato alcuni consigli per chi, come te, vuole raggiungere l’obiettivo sopra citato.

Scegli bene le luci

Per lavorare bene, è necessario avere la giusta luce. Ciò significa, per esempio, scegliere una lampada orientabile da posizionare sulla scrivania. Se si ama particolarmente prendersi cura dei dettagli di casa, una buona idea è quella di orientarsi verso pezzi di design. Soprattutto negli anni ‘80, periodo in cui la tecnologia ha cominciato a ritagliarsi un ruolo sempre più rilevante nelle nostre vite, numerosi brand hanno iniziato a produrre e a proporre in commercio lampade a dir poco meravigliose per la scrivania. I modelli che andavano allora sono ancora oggi super apprezzati!

Viva la cancelleria!

Anche se, come è chiaro a tutti, la tecnologia è fondamentale per lavorare al giorno d’oggi, non è davvero il caso di trascurare gli strumenti... analogici. Prendere appunti su carta, per esempio, aiuta tantissimo a memorizzare i concetti. Ecco perché, quando si ha intenzione di rendere speciale il proprio spazio di lavoro, è importante “giocare” con la cancelleria.

Quando si nomina questo mondo, si possono chiamare in causa diverse sfaccettature. Opta per delle penne e degli evidenziatori colorati e acquista taccuini personalizzati–questi ultimi, un’ottima tipologia di regalo aziendale da regalare ai propri dipendenti. Cosa dire, invece, delle matite e delle gomme? Che anche in questo caso si può fare riferimento a numerose alternative per rendere la scrivania allegra e colorata!

La dolcezza dei ricordi

Uno degli aspetti positivi dello smartworking risiede nella possibilità di mettere in primo piano, nello spazio di lavoro, dettagli relativi ai ricordi e agli affetti. Lasciati quindi andare e scegli le migliori foto di famiglia o con gli amici. Crea collage da appendere al muro oppure incorniciale per posizionarle sulla scrivania (in questo caso, una buona idea prevede il fatto di focalizzarsi su cornici artigianali).

Mobili componibili

I mobili componibili sono alleati a dir poco speciali dell’arredamento moderno. Li si può utilizzare quando si punta a personalizzare e a rendere speciale uno spazio di lavoro? Assolutamente sì! Un esempio che si può chiamare in causa è quello delle librerie a moduli cubici. Questi ultimi possono essere utilizzati per lo scopo appena citato, oppure sistemati sulla scrivania per ospitare raccoglitori e porta documenti. Le soluzioni, in poche parole, sono numerose e creative.

Piante, piante, piante

In uno spazio di lavoro capace di stupire - ma soprattutto di far stare bene chi lo vive ogni giorno - non devono mancare le piante. In questo caso, il punto focale da cui partire è il gusto personale (ovviamente senza mettere totalmente da parte l’esposizione alla luce dell’ambiente e il tempo che si ha a disposizione per curarle).

Quello che conta, però, è averne almeno una. Aiuta a rilassarsi e a lavorare sugli obiettivi, non importa se piccoli (dal punto di vista professionale, tutti i percorsi di questo tipo servono).

Concludiamo con un consiglio tanto semplice quanto utile. Se possibile, nell’angolo dedicato al lavoro da casa è opportuno posizionare un tappeto. In questo modo, si riuscirà a mettere in primo piano una separazione “psicologica” rispetto agli altri spazi della casa se non si ha a disposizione un’intera stanza e a regalare all’ambiente quel tocco di colore in più che non guasta mai.

Condividi su:

Seguici su Facebook