Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Errori e sfortuna: la Tombesi si arrende al Ciampino

I laziali si impongono 5-3 in una partita ricca di polemiche. Ennesimo clamoroso errore arbitrale: Del Ferraro, migliore in campo tra i gialloverdi, espulso per un fallo commesso da Iervolino

| Categoria: Attualità
STAMPA

Continua il campionato di sofferenza della Tombesi, incappata in un'altra serata sfortunata. Priva di Calderolli, Dudù Rech e Foppa, i gialloverdi hanno giocato un primo tempo generoso, ma costellato da troppi errori: il Ciampino è potuto andare al riposo sul 2-4, sfruttando un paio di disattenzioni individuali degli ortonesi, un autogol e un tiro libero. Dall'altro lato, i padroni di casa avevano trovato il momentaneo 1-1 con Del Ferraro, e a pochi secondi dalla fine avevano accorciato le distanze con il 2-4 su tiro libero di Piovesan. Secondo tempo molto equilibrato, purtroppo rovinato da un macroscopico errore del signor Nicola Maria Manzione: in un parapiglia tra giocatori, Becchi del Ciampino finisce a terra, spinto dal giovane Iervolino; peccato però che il suddetto Manzione scambi giocatore ed espella invece l'incolpevole Del Ferraro. Con l'uomo in più, il Ciampino ha trovato il 5-2 che ha di fatto chiuso la partita. Il terzo gol della Tombesi, a firma di Adami, ha solo reso meno amara la pillola. Messa da parte la sconfitta, ora c'è da guardare al futuro: per la prossima sfida in casa della Cioli, mister Marzuoli dovrà fare a meno, oltre ai tre infortunati, anche degli squalificati Del Ferraro e Piovesan.

«Sì, francamente è il momento più basso, quello di maggior difficoltà della stagione – queste le parole del tecnico della Tombesi –. Gli errori arbitrali pesano, e lo hanno fatto anche oggi, ma stavolta ci abbiamo messo anche del nostro. Abbiamo di fatto regalato il primo tempo, difendendoci molto male. Due dei quattro gol del Ciampino sono stati errori nostri, gratuiti, e non possiamo proprio permettercelo, specie in questo momento di difficoltà».

«Mi dicono che il signor Manzione di Salerno è un internazionale... non oso immaginare il livello di chi non lo è! – ha aggiunto il presidente, Alessio Tombesi –. La verità è che più passano le giornate, più la scarsezza della classe arbitrale è evidente. Ci tengo a precisare che questo discorso non è contro il Ciampino, che ha fatto la sua partita e ha vinto legittimamente. Il mio sfogo va verso questi signori che forse, vedendo le telecamere, hanno voluto fare i protagonisti, riuscendoci perfettamente. E non mi riferisco solo al clamoroso errore dell'espulsione di Del Ferraro, ma anche ai sei falli fischiatici contro nel primo tempo, di cui almeno un paio inventati. Ci siamo presentati a questa gara con un solo diffidato, Piovesan: dopo pochi minuti, al primo fallo della partita, subito giallo, indivinate a chi? Uno non vuole pensar male, ma dopo un po'... La verità è che mi sono stancato di essere preso in giro da questi signori: in questo giochino ci mettiamo soldi, tanti soldi, e se devo perdere perché gli avversari sono più bravi lo accetto, ma se invece devo perdere per la strafottenza e l'incompetenza degli arbitri, allora no, non mi sta più bene. A molti di loro, francamente, consiglio di trovarsi un altro mestiere, perché questo non fa per loro».

 

GIUSEPPE MROZEK

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK