Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ortona accoglie la delegazione di Volgograd

Fine settimana denso di appuntamenti in vista del gemellaggio tra le due città.

Condividi su:

La città di Ortona, conosciuta negli ambienti storici come “la piccola Stalingrado”, e quella di Volgograd (ex Stalingrado), si uniranno a dicembre in gemellaggio. Nel weekend, in vista della sigla dello storico patto, si svolgerà una serie di manifestazioni ed eventi.

Da ieri sera è ospite in città una delegazione proveniente dalla città russa che è stata ricevuta questa mattina in Comune dal sindaco, Vincenzo d’Ottavio, dal presidente del Consiglio comunale, Ilario Cocciola, e dal presidente del Comitato “Ortona Stalingrad” Giulio Napoleone.

La delegazione è composta dal rettore dell’Accademia Statale della formazione nel settore didattico di Volgograd, Nicolaj Bolotov, dal vicedirettore del Museo - panorama “La Battaglia di Stalingrado”, Sergey Mordvinov, e dal direttore del Liceo n.5 “Yuri Gagarin” di Volgograd, Shilina Tokina, insieme ad un gruppo di nove studenti del liceo. I nove ragazzi di età compresa tra i 15 e i 16 anni sono ospitati fino al 14 ottobre nelle famiglie ortonesi.

Nella mattinata la delegazione ha visitato le scuole ortonesi: la scuola media “Lelio Visci”, il liceo classico “G.B. Vico” e il liceo scientifico “A. Volta” dove hanno incontrato i loro coetanei con cui grazie all’ aiuto di un interprete c’è stato uno scambio di esperienze ed emozioni. Poi tappa al Museo della battaglia, di corso Garibaldi, un giro in centro e infine l’appuntamento alle 12.30 in Municipio dove ad accoglierli c’era una rappresentanza dell’amministrazione.

L’incontro è stata l’occasione per il Sindaco per ribadire l’importanza del legame che da due anni si va cementando tra le due città e che verrà sancito a dicembre con la firma dello storico patto, il gemellaggio tra due realtà accomunate dai tragici eventi del 1943.“Il ricordo degli avvenimenti della seconda guerra mondiale”, ha detto il Sindaco, “deve servire affinchè non capiti mai più. E noi siamo per tenere vivo quel ricordo”.

La delegazione è reduce dalla recente visita in Centro russo di scienza e cultura di Roma in cui è stato presentato il progetto del gemellaggio. Nell’occasione il presidente del comitato Ortona Stalingrad Napoleone ha invitato l’Ambasciata russa che sarà presente alle manifestazioni del weekend con il vice ambasciatore russo in Italia.

Questo il programma degli eventi previsti nel wekend: sabato 12 ottobre, a partire dalle 9 e fino alle 19, nella cornice del Teatro Tosti, in corso Garibaldi, si terrà il seminario scientifico incentrato sulla battaglia di Stalingrado, dal titolo “Stalingrado: il sacrificio che liberò il mondo” e che vedrà coinvolti la Facoltà di Storia della Università d’Abruzzo, l’Università di Volgograd, studiosi italiani e russi, il direttore del Museo Panorama della Battaglia di Stalingrado con la preziosa testimonianza dei familiari di reduci che hanno vissuto l’inferno di Stalingrado. Il seminario introdotto da Napoleone, presidente del Comitato Ortona Stalingrad, sarà moderato dal giornalista RAI Guido Barlozzetti  (Unomattina).

La partecipazione al simposio, è gratuita e fornirà 0,25 CFU per gli studenti universitari che si registreranno durante il seminario.Il seminario costituisce inoltre corso ai fini dell’aggiornamento professionale per i docenti delle scuole primarie e secondarie a cui verrà rilasciato al termine un certificato di partecipazione. 

Domenica 13 ottobre è il giorno del ricordo: si comincerà alle 9 con un momento solenne al Sacrario delle vittime civili della seconda guerra mondiale, posto all’interno del cimitero comunale e al monumento ai caduti di Ortona. Alle 11 sarà celebrata in Cattedrale una messa in memoria dei caduti delle due battaglie con una preghiera ecumenica insieme con la delegazione di Volgograd e con la comunità ortodossa di Ortona.

Alle 12.30 al primo piano del prestigioso Palazzo Farnese, residenza cinquecentesca di Margherita d’Austria, verrà inaugurata una mostra fotografica, in prima nazionale, sulla battaglia di Stalingrado dal tema “Stalingrado: il sacrificio che liberò il mondo” che sarà visitabile fino al 14 novembre dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19.30. La mostra è cosi suddivisa: undici pannelli documenteranno la battaglia di Stalingrado, quattro pannelli raffigureranno la moderna Volgograd, un’apposita sezione sarà dedicata alle copertine che la “Domenica del Corriere” ha riservato a quegli avvenimenti, si potranno leggere inoltre le bellissime lettere spedite dal fronte dai combattenti, una mappa infine documenterà i luoghi della battaglia.

A disposizione dei visitatori ci sarà inoltre una saletta multimediale, con venti posti a sedere, in cui verranno proiettati i documentari. 

Condividi su:

Seguici su Facebook