Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Esordio da sogno per l'Unibasket Lanciano! Vittoria a Perugia

Condividi su:

Prestazione stupenda dell'Unibasket Lanciano, che domina in trasferta e vince a Perugia 64-48. Trentanove minuti di vantaggio per gli uomini di coach Corà, fenomenali in difesa e capaci di accendersi anche in attacco. La giovanissima squadra abruzzese può candidarsi al ruolo di mina vagante, mostrando questa grande capacità di difendere e di correre in campo aperto. Cukinas già dominante, con una prestazione da 16 punti e 15 rimbalzi. Sabato l'esordio casalingo, alle 18:30 contro Pesaro.

 

Il primo quintetto della storia dell'Unibasket Lanciano è composto da Fabio D'EustachioMordiniMartelliAdonide Cukinas. La divisa ha la fascia nera in segno di lutto per la morte di Davide Griffo, che ha giocato con la We're nell'anno della promozione in serie C lasciando un grandissimo ricordo. L'Unibasket parte subito concentratissima e Mordini in contropiede manda avanti i suoi (2-5). I primi punti con la maglia di Lanciano di Cukinas non arrivano sotto canestro, bensì con una bella bomba che segna il primo break abruzzese (2-8). Un tiro da tre di Ciofetta spezza il trend degli ospiti ma non cambia l'inerzia del match, con gli abruzzesi che rubano palloni a ripetizione e in transizione segnano in tutti i modi. Time out locale, ma il copione non cambia: davanti al vigore degli ospiti Perugia non trova giochi offensivi pericolosi, mentre Lanciano continua a volare in contropiede. Entra Agostinone e ne mette sette di fila in due minuti per il 13-28 che chiude il primo quarto.

 

Lanciano rallenta la sua efficacia offensiva all'inizio del secondo quarto, ma continua a subire pochissimo difensivamente e così riesce a mantenere il largo vantaggio. Dopo tre minuti e mezzo Adonide spezza il digiuno dei suoi. Perugia prova a rientrare in partita con una tripla, finalmente a segno, dopo tanti errori (segna Antonielli al primo tentativo, mentre i compagni stanno tirando 1/11 dall'arco). Nella seconda parte del tempino Lanciano ritrova la fluidità precedente e con Adonide Cukinas a dominare il pitturato la squadra torna a splendere e arriva anche a +19 con la tripla aperta di Fabio D'Eustachio. Il tiro da tre tiene gli umbri agganciati alla sirena (29-43) alla fine di un primo tempo che ha visto i ragazzi di coach Corà dominare il campo.

 

Nel terzo quarto Perugia rientra meglio in campo e torna, dopo tantissimo tempo, sotto la doppia cifra di svantaggio. Il punteggio si assesta attorno agli otto/dieci punti di distacco, seguendo lo stesso trend del secondo quarto: Lanciano non segna tantissimo ma subisce poco, grazie a una buona intensità difensiva, alle stoppate di un monumentale Adonide e alla scarsa mira dei locali. Il canestro in transizione dei locali, che hanno il merito di non cedere mai, li riporta addirittura a -6. Brava Perugia a sfruttare qualche palla persa di troppo e riavvicinarsi ulteriormente (arriverà anche a -5) mentre Lanciano fa un po' di fatica a dare la palla sotto canestro a Cukinas. Quando il lituano si accende è dominante: in nemmeno due minuti recupera una palla, serve un assist, prende un rimbalzo, prende il blocco decisivo per la tripla di Mordini e poi fa 1/2 dalla lunetta, trascinando i suoi di nuovo sul +11.

 

Capuani ruba palla e appoggia al vetro il canestro che apre il quarto quarto e poi fa lo stesso qualche minuto dopo, in un avvio di totale marca abruzzese. La squadra di coach Corà ha ripreso il controllo delle operazioni e sembra di assistere al replay dell'inizio del match. Gli ospiti tornano sul +17 e gestiscono il tempo restante in un lunghissimo garbage time. L'avventura di Lanciano parte davvero nel migliore dei modi. Finisce 48-64.

 

Perugia Basket: Ciofetta 9, Faina 8, Righetti T. 5,Antonielli 12, Frolov 2, Righetti L. 6, Fiorucci, Nana 2, Domenis 2, Ragni 2, Gagliardoni, Gomez. All. Vispa

Unibasket Lanciano: Adonide 9, Cukinas 16, D'Eustachio 5, Martelli 2, Mordini 15, Agostinone 9, Masciopinto 4, Di Giovanni, Marino, Capuani 4. All. Corà

 

 

Vincenzo De Fanis

Condividi su:

Seguici su Facebook