Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

IL CONSIGLIERE REGIONALE D'ALESSANDRO E NON SOLO HA UN PO' LE IDEE CONFUSE

STROMBAZZA UNA COSA MA NE ESCE UNA OPPOSTA

Condividi su:

Dopo tanti proclami della serie --IL PORTO DI ORTONA ANDRA' CON CIVITAVECCHIA- puntualmente esce un DECRETO LEGGE , gia' convertito in LEGGE, che sancisce, invece, che siamo con l'Autorita' Portuale di Ancona.

Il Consigliere Regionale Camillo D'Alessandro si affanna a dire che comunque alla fine andremo con Civitavecchia ma noi gli ribadiamo che l'unica cosa certa , fino a prova contraria, e' che  siamo a tutti gli effetti con Ancona .

Anche il Consiglio Comunale si e' reso conto che le chiacchiere del  Consigliere Reg. D'Alessandro tali sono rimaste  ed allora, all'unanimita' , ha approvato un ordine del giorno che impegna il Sindaco, ma non e' detto che lo faccia se dobbiamo tener conto del passato, a riallacciare i rapporti con l'Autorita' Portuale di Ancona che per il momento stanno a zero considerando che la Regione Abruzzo l'ha ripudiata.

Il D'Alessandro si fa forte di una legge che gli permetterebbe comunque di privilegiare Civitavecchia ma per fare questo bisogna che la Regione faccia prima un Regolamento e poi , semmai, sperare in un ripescaggio.

Probabilmente questo e' vero ma sicuramente passera' del tempo e , non prima , comunque ,di un anno, ma nel frattempo Ortona resta ferma al palo e non potra' usufruire dei finanziamenti che Ancona prendera' e che sicuramente non ce ne fara' sentire nemmeno l'odore.

Il Sindaco, poi, e questo e' il paradosso, dice che si fara' portavoce del volere della  Citta' di Ortona presso Ancona ma nel frattempo manda i suoi Consiglieri per il Porto , DI PRETORO e NERVEGNA,  in giro per il mondo a tenere conferenze ed a magnificare la scelta del Porto di Ortona di andare con Civitavecchia. 

Capirete bene che lo stato confusionale e' massimo sotto tutti i punti di vista e che la situazione potrebbe anche portare al blocco di opere che erano gia' state preventivate come la PISTA CICLABILE .

Per colpa di proclami e di strombazzamenti vari ci troviamo in una  situazione delicata che poteva e doveva essere evitata se solo si fosse adoperata  un po' di cautela e di buon senso ma sono doti che purtroppo sono rare  da trovare.

Il problema e' che si cerca di far passare sempre lo stagno per oro quando invece non c'e' nemmeno il primo.

La Politica e' diventata avulsa dal sentore dei cittadini che ormai sono stufi di sentire chiacchiere ma che vorrebbero un SILENZIO TOMBALE e vedere solo FATTI ma purtroppo non saranno accontentati perche', purtroppo , i soli fatti che  vedono sono solo chiusure di Ospedali, mancanze di Medicine negli Ospedali stessi, licenziamenti, chiusure di attivita' commerciali, e sullo sfondo minacciosa la POVERTA' CHE AVANZA.

Condividi su:

Seguici su Facebook