Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

CAMMINARE INSIEME PER CONVINCERE IL COMMISSARIO LUCIANO D'ALFONSO

SI' ALLA VITA. RIAPRITE IL PUNTO NASCITE DELL'OSPEDALE DI ORTONA.

Condividi su:
Tommaso Tucci

 

Il Comitato Regionale dei Punti Nascite sfila in silenzio per Corso Vittorio Emanuele. Dopo un anno dalla chiusura del reparto del Presidio Ospedaliero di Ortona, si riapre la possibilità, che torni in attività il Nido d'infanzia.

L'obiettivo degli organizzatori della manifestazione pacifica, è quello di attirare l'attenzione del Commissario Straordinario alla Sanita' Luciano D'alfonso.

" La revoca del Piano Sanitario Regionale, con la nuova rielaborazione del documento permette ad Ortona di rientrare in gioco nella programmazione futura sanitaria, attraverso la riapertura del Punto Nascita e del reparto Pediatria ", sottolinea il responsabile locale del Comitato Regionale Tiziano Torzi.

 

Il Tribunale Amministrativo abruzzese, accogliendo i ricorsi del Comitato, ha annullato di fatto il documento sanitario, che era anche parte integrante dell'Atto Aziendale della ASL Chieti Lanciano Vasto. Ora, i tavoli della politica devono scegliere o meno, la riapertura del Punto ortonese.

Il Comitato dei Sindaci del territorio chietino, potranno riconsiderare favorevolmente questa ipotesi sul caso Ortona. Fa discutere l'atteggiamento del Direttore Generale della Asl Provinciale Teatina: Pasquale Flacco, che con una serie di spostamenti di reparti all'interno del Policnico di Chieti,[ con 2 piani a rischio sismico], continua a spalleggiare l'ubicazione dei malati sulle barrelle, nei corridoi.

Ricordiamo che l'Ospedale di Chieti è stato realizzato in 37 anni di lavori. Il Presidio " G.Bernabeo" di Ortona in 8 anni.

Stupisce anche il fatto dell'inagibilità di 2 livelli. Le altre parti della struttura sono state rinforzate circa 8 anni fa. La sicurezza assoluta è garantita?

Adesso la nuova soluzione è trasferire ad Ortona il reparto di Dermatologia Oncologica. Uno zuccherino per gli ortonesi, in attesa di ulteriori chiusure.

La presidente regionale del Comitato  RITA TABACCO pro- Punti Nascite non ci sta alle soluzioni pasticciate e annuncia altre battaglie legali.

SE E' VERO CHE L'UNIONE FA LA FORZA, L'OSPEDALE DI ORTONA SUBIRA' ULTERIORI SCIPPI, VISTA LA SCARSA PRESENZA  DI GENTE ALLA MANIFESTAZIONE.

SI PREFERISCE IL PASSEGGIO.......

 

 

Condividi su:
Tommaso Tucci

Seguici su Facebook