Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tommaso Cieri invita a non realizzare l’impianto gpl

Invia una missiva al Presidente del Consiglio Comunale ed al Sindaco di Ortona

Condividi su:

Sta montando fortissima in città la polemica deposito GPL SI deposito GPL NO, molti portatori di interesse, partiti associazioni, comitati nonché semplici cittadini, a seguito dei formulari inviati dall’Amministrazione Comunale, si stanno attivando per manifestare il loro dissenso al progetto.

Stà quindi emergendo in maniera chiara che la città è contraria alla realizzazione del deposito di GPL in area portuale di Ortona, contrarietà di cui non si può non tenere conto, non può non consideralo la politica, che dovrebbe essere il portatore degli interessi dei cittadini, come non può non tenerne conto l’imprenditore che tale impianto vorrebbe realizzare.

Un imprenditore che si possa ritenere tale, non può agire ed operare su di un territorio che gli è ostile, egli, pur nell’espletamento della sua attività produttiva, deve essere in sintonia con la città con le sue istituzioni e con i suoi residenti, evitando tutte le possibili e potenziali situazioni di contrasto.

Peraltro lo stesso imprenditore ha già dato segnali di contatto con il nostro territorio, tanto è vero che ha depositato, e quindi chiesto di realizzare la ristrutturazione della ex fornace in Località Saraceni, che non è cosa da poco, cosi come ha chiesto di utilizzare dei terreni ubicato in agro di Ortona, con progetti che nulla hanno a che vedere con il deposito di GPL.

Ciò considerando ieri ho inviato una missiva al Presidente del Consiglio Comunale ed al Sindaco di Ortona, affinchè si attivino, entro tempi brevissimi, per ORGANIZZARE UN INCONTRO con la proprietà della soc. SeaStok srl, a cui si dovrà far presente la contrarietà della città e del territorio al realizzando impianto di deposito di GPL, e che, se si vogliono mantenere rapporti, tra la città, le istituzioni ed i cittadini e la detta società improntati al rispetto reciproco e alla collaborazione, ove serva, la Soc. SEASTOCK DEVE RINUNCIARE AL PROGETTO DI DEPOSITO DI GPL in area portuale di Ortona.

c.s Consigliere Comunale Tommaso Cieri

Il testo della lettera

"

Presidente del Consiglio Comunale di Ortona

Preg.mo Sig. Sindaco di Ortona

Il tema “progetto di deposito GPL in area portuale di Ortona” sta’ ravvivando tutti i centri di interesse cittadini, e ciò anche grazie alle iniziative del Consiglio Comunale da te presieduto, iniziative tese appunto alla maggiore e migliore conoscenza del problema, oltre alla partecipazione attiva di tutti i centri di interesse Ortonesi, al processo di formazione della procedura autorizzativa dell’impianto, partecipazione attuata attraverso l’applicazione dell’art. 24 Dlgvo. 105/2015.

Che il territorio sia contrario a tale insediamento, per cosi come è strutturato, appare assai chiaro e si evince un po’ da tutte le manifestazioni che tutti (partiti, associazioni, comitati, privati cittadini, ecc.) hanno organizzato e stanno organizzando sul territorio.

Bisogna, a parere di chi scrive, evitare possibili e potenziali scontri di qualsiasi natura essi siano, particolarmente tra forze sociali presenti sul territorio, CHI AGISCE E OPERA SU DI UN TERITORIO DEVE ESSERE IN SINTONIA CON LO STESSO, EVITANDO TUTTE LE POSSIBILI E POTENZIALI SITUAZIONI DI CONTRASTO, non è possibile operare e lavorare su di un territorio con evidenti situazione di attrito, qualsiasi imprenditore lungimirante capisce che questa condizione è imprescindibile.

Peraltro, l’imprenditore di cui parliamo in tal senso si è già mosso, avendo manifestato interessi diversi per la nostra città, interessi assai più compatibili con la vocazione naturale della nostra città, ci si riferisce alla ristrutturazione della vecchia fornace in zona “saraceni di Ortona”, ed anche ad altre progettualità in zona S. Pietro di Ortona.

IL CONSIGLIO COMUNALE che rappresenti e di cui io mi onoro di far parte, deve far presente, in maniera formale, ovviamente nelle forme che riterrai tu, a chi tale progetto vuole realizzare, che se vuole continuare ad avere un rapporto di serena e reciproca convivenza con la nostra città, risanando le ferite del passato (ive ce ne siano) e programmare un proficuo futuro per tutti, deve rinunciare al progetto del deposito di GPL in area portuale di Ortona.

A tal proposito sono a chiederti che tu nella tua qualità di Presidente del Consiglio Comunale, con la delegazione di Consiglierei che riterrai,

CONVOCHI

in tempi strettissimi il titolare della soc. SeaStok srl, e/o il responsabile del progetto affinchè a questi, per le motivazioni tutte esposte nella presente lettera, SI PROSPETTI LA POSSIBILITA’ DI RINUNCIARE al progetto di deposito di GPL in area portuale di Ortona.

 

"

Condividi su:

Seguici su Facebook