Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

LA WE'RE BASKET ORTONA STUPISCE E RIBALTA IL RISULTATO NEGATIVO CONTRO IL FALCONARA.

LA PROMOZIONE IN SERIE A VEDE PROTAGONISTA LA SQUADRA DEL PRESIDENTE CARLO VALENTINETTI.

Condividi su:

Successo strameritato della WE'RE ORTONA, che tra le mura amiche, travolge il Falconara nella gara di ritorno. il punteggio finale spiega tutto: 87 a 69.

Il verdetto finale per passare il turno dei play-off, sarà deciso nella gara 3 in programma, domenica 8 maggio alle ore 18 nel palasport di Ancona.

Il presidente Carlo Valentinetti, ringrazia la squadra, l'allenatore Domenico Sorgentone, ed invita la tifoseria a seguire in massa la squadra nella difficile trsferta contro il Falconara.

La vittoria naturalmente ha rincuorato notevolmente l'ambiente biancazzurro, che ora non può tirarsi indietro nelle vesti da protagonsta, nella corsa verso il traguardo della massima serie.

Sarebbe un risultato storico per la pallacanstro ortonese, che ha partecipato in passato soltanto nei campionati inferiori.

La società in fermento per l'organizzazione della trasferta in terra marchigiana, mette a disposizione dei tifosi alcuni autobus gratuiti.

" L'unione fa la forza" è lo slogan giusto da coniare in queste situazioni particolari, per affrontare ad armi pari la gara n°3, che agevola in qualche modo, secondo le normative FIPAV, la squadra migliore classificata in graduatoria.

Il film della partita di ritorno giocata ad Ortona giovedì 5 maggio.

Parte ben concentrata la WE'RE ORTONA, che prende subito le distanze dagli avversarii, con una tattica giudiziosa studiata nei minimi particolari dal bravo tecnico Domenico Sorgentone.

Il Falconara appare tramortito, ed il primo quarto si chiude sul punteggio di 28 a 21.

Nel secondo quarto i marchigiani riprendono fiato e ristabiliscono le distanze con un solo punto di ritardo: 41 a 40.

L'Ortona non vuole abbandonare il profumo di una eventuale serie A, compatta la squadra e sale in cattedra. Giocano tutti ai grandi livelli, trascinati da un superbo Xavier Brown, autore di ben 22 punti.

Da segnalare soltanto un errore arbitrale, verificatosi ai danni di Gustavo Musso, espulso ingiustamente.

L'episodio ha seminato attimi di proteste da parte della tifoseria e del coach Sorgentone.

L'ultimo quarto ha sancito il successo degli ortonesi, che hanno chiuso la gara 2 con il punteggio di 87 a 69.

L'assessore allo sport Simonetta Schiazza ha ufficializzato l'adozione della determina per intitolare il palazzetto alla memoria dell'ex campione ortonese di serie A, GIANNI MELILLA.

la tifoseria tutta si stringe attorno ai cestisti della WE'RE e si augura, che il sogno continui...

profumo di A, a prescindere del risultato finale. Grazie r.agazzi

 

Condividi su:

Seguici su Facebook