Partecipa a Ortona Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Progetto Sole, un'opportunità di lavoro per 20 disabili

Il Cnos-fap di Ortona ha redatto il progetto in collaborazione con tanti organismi

Condividi su:

Un progetto importante di solidarietà. Sarà avviato entro il mese di dicembre 2012 il progetto S.O.L.E (Sviluppare Opportunità Lavorative Eccellenti) che offre l'opportunità a 20 persone disabili di “vivere” un' esperienza di lavoro remunerata della durata di 9 mesi presso le strutture del territorio quali l'azienda Citra vini di Ortona e i nove Comuni dell'Ente d'Ambito Ortonese.

 

Un obiettivo che sarà raggiunto attraverso azioni di orientamento, di formazione, di matching e soprattutto azioni di inserimento lavorativo attraverso l'attivazione di tirocini formativi.  Il “cuore pulsante” di questa lodevole iniziativa sociale e che esprime al meglio il concetto di comunità cittadina è l'associazione CNOS-FAP, con sede presso l'Istituto Salesiani di via Don Bosco, che in riferimento al bando promulgato dalla Regione Abruzzo: “L'I.SO.LA DEI DIVERSAMENTE ABILI”, si è aggiudicata il primo posto nella graduatoria provinciale con il progetto Sole. Quest'ultimo è frutto di un proficuo lavoro di rete e di una progettazione condivisa che ha visto coinvolti soggetti istituzionali quali: l'Ente d'Ambito Sociale n.28, il cui soggetto capofila è il Comune di Ortona e la Provincia di Chieti-Centro per l'Impiego di Ortona, ma anche: l'Agenzia per il Lavoro “Obiettivo Lavoro” di Pescara, la Confcooperative Abruzzo, il Soggiorno Proposta, la Cooperativa Pan, L'Anffas, Solidarietà Croce Blu San Tommaso e TwigaComunicazione di Pescara. 

 

I requisiti per l'accesso al progetto sono: essere maggiorenni ed essere iscritti alle liste di collocamento mirato. La selezione del gruppo  tramite una selezione, eppoi  10 persone già in possesso di competenze passeranno direttamente al tirocinio formativo e all'inserimento lavorativo vero e proprio, mentre le altre 10 sprovviste di competenze già acquisite, faranno un percorso formativo di 80 ore, e poi tutto il resto.

 

“E' importantissimo dare un'opportunità di lavoro a persone con disabilità”, il responsabile della Cooperativa Pan, “avere un corrispettivo economico che fa sentire loro uguali agli altri. Dove mesi di lavoro sono molto importanti, ma spero che alcuni dei partecipanti al progetto manterranno anche in futuro il posto di lavoro”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook