Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

SCONFITTA COCENTE -LARGA -UMILIANTE E MERITATA. UN QUATTRO A ZERO CHE STA PERSINO STRETTO AL MIGLIANICO

UN’ORTONA INCONCLUDENTE , INGUARDABILE , IN STATO CONFUSIONALE

| di Amerigo Gizzi
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Davvero non ci sono parole per descrivere la gara disputata dai Gialloverdi che sono stati in balia del Miglianco dall’inizio alla fine senza mai dare l’impressione di essere in partita.

Possiamo discutere quanto vogliamo ma lo spettacolo a cui abbiamo assistito è stato avvilente sotto tutti i punti di vista.

Purtroppo , e ce ne rammarichiamo davvero tanto, abbiamo dovuto più che guardare sopportare sia nel gioco che nel punteggio una supremazia schiacciante da parte del Miglianico che ci ha messo alla corda e che ha messo in evidenza tutta l’inadeguatezza dei Gialloverdi apparsi in tutta la gara inferiori in tutti i reparti e che hanno dimostrato , ma noi l’abbiamo già da tempo denunciato, una carenza di gioco allarmante e che  inevitabilmente porta a risultati così disastrosi.

Il risultato è più che meritato dalla squadra ospitante ed anzi poteva risolversi addirittura in una goleada dalle proporzioni molto superiori ma per fortuna così non è stato ma questo non ci consola affatto ed anzi ci obbliga a correre urgentemente ai ripari perché la china intrapresa non lascia presagire nulla di buono.

Purtroppo non possiamo parlare della giornata negativa di qualche singolo che ha pregiudicato il risultato ma di una debacle di tutta la squadra che è apparsa in stato confusionale dall’inizio alla fine senza mai trovare un raziocinio nel suo giocare.

Parliamoci chiaro, la squadra Ortonese dall’inizio del campionato ha mostrato chiari limiti di gioco , non ha mai sviluppato trame di rilievo ed in grado di mettere alla corda almeno le compagini meno attrezzate e quando  ha vinto non ha mai convinto e questo è il dato più allarmante e che  deve indurre a prendere  drastici provvedimenti per evitare di rivedere spettacoli così deprimenti.

Ormai siamo alla nona di campionato e l’allenatore non è riuscito ancora a far trovare alla squadra una sua chiara identità , il tempo avuto a disposizione non è poi così poco ed anzi più passa il tempo e più giochiamo male e i risultati non sono affatto confortanti considerando anche che l’organico di tutto rilievo che la società ha allestito e che gli ha messo a disposizione era preventivato a combattere per le alte sfere della classifica.

I calciatori , a mio modo di vedere , sono assolutamente di qualità ed analizzandoli singolarmente appaiono agli occhi degli addettti ai lavori veramente forti ed in grado potenzialmente di veleggiare in alta classifica.

Manca , e questo è davvero palese , un’amalgama tra i vari reparti, manca un filo  logico in grado di sprigionare un gioco efficace e di qualità che è l’unico modo per raggiungere i risultati positivi che tutti si aspettano da un organico così costituito.

Ormai e lo dico con mestizia abbiamo annoverato ben nove gare senza mai essere davvero convincenti anche se qualche risultato  vincente ci ha arriso , e credo che seri provvedimenti  debbano essere presi al più presto per evitare che sia , poi , troppo tardi per raggiungere gli obbiettivi prefissati .

Qualcuno potrebbe rimaner male a sentirci parlare così ma quando si parla di calcio bisogna mettere in preventivo anche questo perché i meriti come i demeriti vanno riconosciuti a tempo debito per evitare che il tutto possa sfuggire di mano. 

La nostra critica è  costruttiva  e tende a dare uno scossone alla squadra che così com’e non  pare possa essere all’altezza del traguardo che si vuole raggiungere.

Non stiamo a raccontare la cronaca della gara perché credo che già abbiamo detto tutto ed a questo punto credo anche che non possa interessare nessuno visto che non c’ è stata mai partita.

La società della ssd Ortona non merita di soffrire così dopo i sacrifici morali ed economici a cui si è sottoposta , serve un’assunzione di responsabilita anche di chi ha la responsabilità tecnica di far funzionare la squadra e non riesce in quest’intento. 

Credo che mettere sul tappeto eventuali dimissioni che possono o meno essere accettate potrebbe essere l’unico modo per dare all’ambiente quella scossa adrenalinica che ormai è vitale per ridare slancio ad una compagine timorosa e smarrita ma , a mio modo di vedere, con grandissime potenzialità.

Rispetto sempre chi con dedizione e professionalità si dedica a questo difficile lavoro ma se è  giusto prendersene i meriti quando ci sono è anche vero che prendersene le responsabilità è da galantuomini.

Non voglio offendere nessuno e mi scuso di essere stato così crudo ma a mio modo di vedere la realtà dei risultati e ‘ pessima  e non posso e ne’ voglio nascondere nulla.

A questo punto non dedicherò lo spazio ai giudizi sui singoli calciatori perché quello che più conta è il giudizio del complesso della squadra che evidentemente non è per nulla lusinghiero.

Amerigo Gizzi

 

 

 

 

 

Amerigo Gizzi

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK