Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Benczina Super nel motore della SIECO che affonda la Sigma Aversa.

| Categoria: Sport
STAMPA

Arriva anche il secondo 3-0 di questa stagione impavida, contro una Sigma Aversa orfana dell’opposto Libraro. Si rivede finalmente in campo Milan Bencz ed il suo apporto è evidente. Positivo il muro degli abruzzesi che finalmente si rivela efficace. Grande la prestazione dei due slovacchi “ortonesi” che hanno preso per mano la squadra nei momenti di difficoltà facendola uscire dalle insidiose sabbie mobili che puntualmente diventa ogni set allo scoccare del ventesimo punto. Partita in sostanziale equilibrio, tranne con ogni evidenza nell’ultimo set. Le due squadre giocano una gara fatta di sorpassi e di contro sorpassi, il più clamoroso è quello degli ospiti proprio sul finire del primo set, quando da un vantaggio di 20-18, i ragazzi di Mister Lanci si sono trovati sotto 21-23. Bravi questa volta a tenere duro e a non cedere allo sconforto, i biancoazzurri pareggiano i conti e allungano il set ai vantaggi fino a vincerlo 29-27. Grazie a questa vittoria la SIECO scavalca Cantù in classifica e si porta al quinto posto con 12 punti. Sabato prossimo si va ad Alessano, attualmente seconda in classifica con 14 punti alla caccia della capolista Gioia Del Colle.

PRIMO SET con la SIECO che parte con il capitano Andrea Lanci in cabina di regia ed opposto Bencz. Al centro prendono posto Menicali e Simoni, schiacciatori Ogurčák e Ottaviani. Libero Pesare. Dall’altra parte della rete, Aversa schiera invece Pinelli al palleggio e Santangelo opposto. Vigil Gonzales e Giacobelli al centro. Simeonov e Baldari schiacciatori. Libero Marra.
Il match comincia con gli ospiti al servizio, se ne occupa Giacobelli. Il primo punto è invece della SIECO grazie ad un pallonetto di Ottaviani che scavalca il muro a tre. Primo break per la SIECO 4-2. Errore di Bencz che schiaccia sulla rete ed ospiti che agguantano il pareggio 4-4. Bencz si fa perdonare e con un muro recupera i due punti di vantaggio 8-6. Si gioca punto a punto. Le squadre cercano l’allungo ma nessuna delle due riesce a dare la zampata decisiva 13-13. Ci prova Ottaviani che con un muro trova il nuovo doppio vantaggio 16-14 e Mister Bosco chiama tempo. Si entra nell’ultima fase del set con il punteggio di 20-18 per la SIECO che però subisce subito la rimonta avversaria. 20-20 e Nunzio Lanci chiama time-out. Arriva il doppio vantaggio per gli ospiti. Ancora una volta la SIECO svanisce proprio nel momento decisivo del parziale 21-23. Lanci chiama il suo secondo time-out. Muro a tre della SIECO che sbarra la strada a Santangelo si torna in parità 23-23. Il VideoCheck decreta che il punto è dell’Aversa, ma la SIECO riesce a mandare il set ai vantaggi 24-24. Menicali fa muro 25-24 ma il video-check sovverte la decisione e sono proprio gli ospiti ad avere in mano la palla del set 24-25. Bencz però dice di no: 25-25. Non riesce il muro a Menicali, la palla rimbalza fuori 26-27. Anche Ottaviani non è d’accordo a che il set si concluda 27-27. Ogurčák fa muro ed ora la palla del set è nelle mani di Ottaviani. Aversa attacca fuori, ma c’è da attendere il parere dell’elettronica. Decisione confermata, la palla è fuori, 29-27 ed il primo set è Biancoazzurro.
SECONDO SET a formazioni invariate, ma Ogurčák prima sbaglia il servizio e Menicali manda fuori un primo tempo tanto che gli ospiti sono subito in vantaggio 0-2. Fischiato un fallo di doppia a Lanci, che non ci sta, ma le sue proteste gli valgono un cartellino giallo 1-4. Il servizio di Ottaviani è potente e mette in difficoltà la ricezione ospite. Sulla ricostruzione Ogurčák mette a terra la palla del 4-5. Il sorpasso è confezionato da Menicali con un muro sui tre metri 7-6. Guizzo dell’Aversa che riesce a ribaltare il punteggio 8-10. Arriva il cartellino giallo anche per Aversa, stessa storia ma a parti invertite: proteste per un presunto fallo di doppia. Murato Ogurčák ed Aversa allunga 9-12. Nunzio Lanci dal canto suo chiede tempo. Ace di Fero Ogurčák ed è 11-12. Bencz fa valere la sua altezza a muro e parità ristabilita 12-12. Ancora un ace di Fero che permette ai suoi di tornare in vantaggio 13-12 e Mister Bosco costretto dal pesante parziale di 4-0 a richiamare i suoi in panchina. Si rifanno sotto gli ospiti, ora la SIECO ha un solo punto di vantaggio 18-17. Arriva il pareggio proprio nella solita “zona Sieco”: 20-20. Milan Bencz ristabilisce le distanze 22-20. Invasione al centro per gli ospiti e la SIECO ha ora la concreta possibilità di aggiudicarsi anche questo parziale 24-21. Nuovo errore di Santangelo che la spara fuori invocando un tocco che però non c’è 25-21.
Parte anche il TERZO SET e dalle prime battute anche questo parziale sembra ricalcare le orme dei precedenti 2-2 e squadre a rincorrersi fino all’errore di Simeonov che manda in doppio vantaggio gli abruzzesi 4-2. Pallonetto di Ogurčák 8-4. Bencz sfrutta il muro avversario 12-8 e per l’occasione Mister Bosco chiama tempo per riorganizzare le idee ai suoi. Il muro ortonese è in serata, i punti diventano 14 per i padroni di casa, 9 per gli ospiti che tornano subito in panchina richiamati ancora dall’allenatore campano. Montò sbaglia il servizio ed inguaia i suoi 17-12, subito dopo Ogurčák, invece su servizio fa punto 18-12. Ancora un muro ortonese: 20-13. Aversa è sfiduciata anche Santangelo sbaglia il servizio ed il punteggio va su 21-14. Simoni mette a segno il ventiquattresimo punto per la SIECO, ma poi sbaglia il servizio 24-17. Il punto decisivo tocca quindi a Fero Ogurčák che cerca e trova il mani e fuori. 25-17.

Nunzio Lanci: «Dobbiamo pensare a salvarci il prima possibile. Si, continuo a guardare in basso più che in alto, ma la classifica s’è fatta davvero corta anche li sopra e di certo non ci tiriamo indietro. Milan è un giocatore che fa la differenza. Chissà cosa sarebbe successo se non fosse stato assente per 15 gare. Senza nulla togliere a Zanettin che l’ha sostituito, stiamo parlando di un giocatore di grande esperienza, di un nazionale che da tranquillità anche ai compagni di squadra. Contro Alessano sarà dura, ce la giocheremo anche se sarà fondamentale, invece, non sbagliare contro Reggio Emilia tra quindici giorni.».
Entusiasta della sua partita lo stesso Milan Bencz: «Sono soddisfatto della mia prestazione. La spalla non mi fa male ma comunque cerco di fare le cose con calma. Non voglio ancora caricarla di un peso eccessivo, è molto importante non avere fretta e stare bene per la squadra»

TABELLINI:
Sieco Impavida Ortona: Simoni 9, Pesare (L), Zanettin n.e, Bencz 18, Tartaglione n.e, Ottaviani 4, Sitti, Provvisiero (L) n.e., A. Lanci, Zanini n.e, Ogurčák 14, Menicali 4, S.Lanci, Rustignoli. Allenatore: N. Lanci
Sigma Aversa: Pinelli 2, Santangelo 16, Grassi, Vigil Gonzales 6, Libraro n.e., Simeonov 10, Catena, Montò 4, Baldari 2, Marra (L), Giacobelli 5. Allenatore: P. Bosco

NOTE:
Sieco Service Impavida Ortona – SIGMA Aversa 3-0 (29-27 / 25-21 / 25-18)
Durata Set: I (38’), II (31’), III (22’)
Durata incontro: 1h 31’
Muri Punto: Ortona 11; Aversa 3;
Aces: Ortona 3; Aversa 1
Errori Al Servizio: Ortona 8; Aversa 17
Arbitri: Laghi Marco (RA) e Bellini Andrea (PG)

Foto: Francesca Verbena

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK