Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

LE OPPOSIZIONI UNITE DICONO NO AL GIROTONDO DI CASTIGLIONE SUI DEBITI FUORI BILANCIO

LA MINORANZA DEVE AVERE IL TEMPO NECESSARIO PER STUDIARE GLI ATTI CHE VENGONO PORTATI IN CONSIGLIO COMUNALE

| di POLIDORI PEPPINO
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Le opposizioni unite dicono no al girotondo di Castiglione sui debiti fuori bilancio

Il sindaco Leo Castiglione spera che nessun cittadino abbia tempo e voglia di controllare davvero cosa combinano lui, la sua giunta e i suoi consiglieri, con i soldi del Comune.

Debiti fuori bilancio, sprechi e incongruenze finanziarie sono fatti che il Primo Cittadino ritiene sia cosa di esclusiva gestione sua e di pochi altri. Non c’è altro da spiegare perché ora sindaco e maggioranza impediscono pure alle opposizioni di interloquire su cifre e debiti fuori bilancio.


Secondo la filosofia spiccia di Castiglione, la Minoranza consiliare non deve vedere e mettere bocca sul destino delle casse municipali. Alla minoranza vengono negati nella sostanza i documenti contabili (consegnati in modo carente e solo all’ultimo minuto) e la possibilità di discuterne in Consiglio. Già perché la Presidente del Consiglio (ispirandosi e aderendo alle scelte di Castiglione) pretende di dettare legge sui tempi, gli orari, su quando e come svolgere i Consigli comunali tanto da fare annunci blitz sulle date confidando che molti hanno impegni di lavoro e sono impossibilitati a partecipare.

Quello che ormai appare una norma è stato rafforzato da un ennesimo attacco alla minoranza. Il Consiglio è stato fissato dapprima alle 9,30 della mattina di mercoledì, - le opposizioni avevano chiesto le 18 per essere partecipi - la maggioranza invece ha deciso per le ore 14, con un atto prepotente e insensato. 


Un metodo avvilente rimarcato oggi durante la conferenza stampa tenuta dagli esponenti delle opposizioni.

Una mossa unitaria per dire no alla improvvisazione arrogante di Castiglione e di chi in Consiglio lo sostiene; abbiamo detto no perché è venuto il momento di sapere dove vanno i soldi e perché il Comune è sempre più indebitato. Si tratta di domande serie e le risposte devono essere chiare. Sapere le cose come stanno non è una concessione di Castiglione e soci, ma un preciso e irrinunciabile diritto-dovere delle opposizioni.

Attendiamo noi e i Cittadini tutte le risposte e i conti che Castiglione riserva solo alla sua compiacente maggioranza.

PEPPINO POLIDORI  CS

POLIDORI PEPPINO

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK