Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

ILPONTE ROTTO TRA CONTRADA ARIELLI E IL FEUDO ORMAI DA DIVERSI ANNI

GRAVISSIMI DISAGI PER I RESIDENTI MA IL SINDACO DICE NO ALLA SISTEMAZIONE

| di POLIDORI PEPPINO
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Ponte rotto, gravi disagi tra contrada Arielli e Feudo. Residenti arrabbiati ma il sindaco dice no alla sistemazione.

“Il Comune ha detto no, il ponte sull’Arielli non sarà ripristinato. A noi però tocca sfidare ogni giorno la sorte e i pericoli”. 
Racconto con poche righe la rabbia dei residenti della contrada Feudo che stanno su una collina sulla sponda nord del fiume Arielli, una contrada ai confini tra Ortona e Tollo. Ad alimentare il risentimento dei residenti contro l’amministrazione comunale del sindaco Castiglione è il fatto che il ponte sull’Arielli ha ceduto alla furia di una piena da alcuni anni e da allora solo promesse. Sono andato su indicazione di alcuni residenti a verificare i disagi e i danni, tanto da constatare che il ponte rotto costringe chi abita e lavora in quelle zone a raggiungere il territorio di Tollo per poi tornare verso Ortona, allungando con un giro inconcepibile il percorso ma, non solo, la strada da percorrere è tutta sconnessa e piena di buche con pericoli per chi la utilizza, compresi gli scuolabus. Il perché il ponte non possa essere ripristinato il Comune non l’ha spiegato, così come nessuno ha spiegato il motivo per cui per la sistemazione di strade rurali ad alto rischio di avvallamenti, frane e smottamenti il sindaco si dia così poca pena nel trovare i fondi, far eseguire controlli e procedere ai lavori. In contrada Feudo intanto il clima è teso, si polemizza contro il disinteresse che, raccontano i residenti, nei loro confronti è diventata anche arroganza. “Dire che il ponte non sarà ricostruito è come dare uno schiaffo alle nostre esigenze di vita e di lavoro. Ora però siamo noi a sfidare il Comune, il ponte si farà, il sindaco deve cambiare rotta, non può pensare di trattare chi vive a Ortona pensando ai voti di preferenza. Si sbrighi ad intervenire in contrada Feudo, noi non permetteremo ancora per molto che i nostri diritti vengano calpestati”. 
Intanto, per iniziativa delle opposizioni, al prossimo Consiglio Comunale si discuterà la mozione per impegnare il sindaco e la giunta comunale alla progettazione di un nuovo ponte sul fiume Arielli, che per noi costituisce un’opera prioritaria e strategica per l’economia del territorio.

PEPPINO POLIDORI. CS

POLIDORI PEPPINO

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK