Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

L'OSPEDALE DI ORTONA SCOPPIA E QUELLI DI LANCIANO E CHIETI NON STANNO MEGLIO

I POLITICI ORTONESI, ALCUNI ANCHE PARLAMENTARI, CI HANNO RIDOTTO IL BENE PIU' PREZIOSO, " LA SALUTE "

| di Amerigo Gizzi
| Categoria: Politica commenti ed opinioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

All'inizio dell'anno scrissi un articolo in cui evidenziavo che il reparto di Medicina e Geriatria di Ortona era presa d'assalto e mancavano posti letto e pensavo e speravo che tutto fosse dovuto alla congiuntura climatica che notoriamente portava con se il PICCO INFLUENZALE ma purtroppo devo constatare , con grande rammarico , di essere stato troppo ottimista ed infatti in questo normalissimo Aprile il SOVRAFFOLLAMENTO, se possibile , e' aumentato e di molto.

In questi giorni il nostro reparto di Medicina e Geriatria e' stato preso d'assalto ed addirittura ci sono stati 40 ricoveri a fronte soltanto di 30 posti letto disponibili ed e' del tutto evidente che le stanze sono state corredate di altri letti con aggravio non indifferente per  i degenti e 6 ricoverati sono stati trasferiti nel reparto di Chirurgia bloccando cosi' i ricoveri prograqmmati e gli interveti chirurgici del giorno successivo. 

Vi invito a riflettere , se il reparto era già carente di personale medico e paramedico non oso immaginare che assistenza possano ricevere , nonostante tutti gli sforzi possibili di chi con dedizione vi lavora, ora che la situazione è così critica .

Chi sono i responsabili di questa penosa e disastrosa situazione ormai è arcinota ma è sempre bene ricordalo per evitare che si dimentichi. Sicuramente i Politici che sono stati e sono ai vertici Regionali ed in primis l’Assessore alla Sanità che guarda caso si professa Ortonese ed il nostro caro neo Parlamentare  Ortonese che evidentemente è stato premiato per i numerosi successi raggiunti ed insieme a loro i capi delle ASL nominati dalla Politica che evidentemente ligi alle direttive hanno stilato una programmazione non in base alle reali esigenze di salute dei Cittadini ma solo in base ad interessi economici meschini di fronte al bene più prezioso che ognuno di noi coltiva come irrinunciabile , ossia la Vita.

Che dire delle Amministrazioni precedenti che hanno avallato senza colpo ferire ed anzi difendendo le decisioni Regionali come le migliori che si potessero prendere per preservare la salute dei Cittadini ? In questo caso credo che non ci sia nulla da dire visto che i Cittadini li hanno a malo modo cacciati .

Amici , ricordate la famosa Lungodegenza, da me ribattezzata la Lungoindegenza, sbandierata come risolutiva ed inaugurata in pompa magna da tutti i Politici Regionali e locali con riprese di tagli di nastri e con gaudenti spazi mediatici ? Ebbene alla luce dei fatti è un reparto che accoglie anche pazienti appena usciti dalla fase acutissima , ancora bisognosi di cure intense e mirate ma che l’Ospedale di Chieti deve per forza di cose trasferire per far posto a malati più gravi magari affetti da ictus o infarti. Come è facile constatare tutta la programmazione Ospedaliera del territorio è stata sbagliata e la Lungadegenza è costretta a ricevere malati per cui è completamente inadeguata ad assistere.

E’ chiaro ed evidente che in questo quadro deficitario curarsi sta diventando difficilissimo , specie per i soggetti più a rischio quali anziani e disabili che per i Politici sono più che altro un fastidio economico rilevante e magari vorrebbero ricoverare solo persone che camminano autonomamente e capaci di vestirsi ed andare in bagno da soli.

Caro Sindaco CASTIGLIONE , mi rivolgo a lei ed a tutta la sua Maggioranza affinché ponga con forza e con MANIFESTAZIONI ECLATANTI il profondo disagio a cui  i suoi Concittadini sono sottoposti e che non sono più disposti a tollerare . Sono sicuro che si batterà affinché il nostro Ospedale torni ad esserlo veramente non perché sarebbe un regalo ma per effettive esigenze di Salute Pubblica.

Naturalmente in questa precaria situazione la Minoranza sarebbe dovuta essere l’alfiere della rivendicazione Cittadina ma purtroppo in questo scorcio legislativo trascorso , tranne gli ottimi  PEPPINO POLIDORI e ANGELO DI NARDO , non l’ho vista particolarmente attiva ma mi auguro che allo stato delle cose in cui siamo arrivati si faccia carico pienamente e fortemente della forte istanza di tutti i Cittadini Ortonesi e del territorio.

Come mio solito anche in circostanze poco consone mi piace metterci una nota sarcastica nei confronti di chi ci danneggia :  “ Non è che nella fase di programmazione Sanitaria Ospedaliera Regionale i nostri Politici ed i vertici ASL da loro nominati hanno calcolato che con l’INGEGNERIA GENETICA forse riusciremo a comportarci come buoni utenti e ci ammaleremo solo di malattie curate nei CENTRI D’ECCELLENZA ? 

 

 

Amerigo Gizzi

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK