Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

LA CONAD APRE AD ORTONA IN SOSTITUZIONE DELL'IPER ? I POSTI DI LAVORO SARANNO SALVAGUARDATI ?

IL PROBLEMA NON E' IL MARCHIO MA IL LAVORO CHE SI CREA O SI DISTRUGGE

| di Amerigo Gizzi
| Categoria: Economia | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

E' gia' di dominio pubblico, perche' riportato da diversi organi di stampa,  che probabilmente l'IPER di Ortona e forse anche altre filiali Abruzzesi passeranno la mano ed in particolare si parla insistentemente della CONAD che in affitto , ad Ortona , ne rileverebbe l'attivita'.

Da tempo era nell'aria che l'Iper ad Ortona potesse decidere di fare un passo indietro e questo naturalmente ha messo i lavoratori in uno stato di grande preoccupazione per la loro stabilita' economica finanziaria e di conseguenza anche per tutta la Comunita' che inevitabilmente ne risentirebbe.

La notizie e' di sicuro impatto emotivo ma se effettivamente la CONAD ne dovesse prendere il testimone, seppure in affittto, si potrebbe trarre un sospiro di sollievo e si potrebbe derubricare ad un passaggio non traumatico fra diversi Centri Commerciali.

Se come si pensa questo cambio dovesse realizzarsi il problema principale sarebbe la continuita' lavorativa di tutte le Maestranze finora impiegate e che in nessuna maniera devono essere toccate ma semmai aumentate.

Tutti sappiamo e consideriamo il LAVORO, dopo la SALUTE, la cosa piu' importante per i CITTADINI ed allora l'AMMINISTRAZIONE doverosamente e' chiamata a vigilare su questa eventualita' , che sembra concreta, affinche' non ci sia nessuna perdita di posti di lavoro altrimenti sarebbe un dramma per tutta la nostra Citta'.

Secondo il mio parere  ogni posto di lavoro e'  " una questione di vita o di morte " per una Famiglia e quindi la Comunita' deve ergere una vera e propria diga a sua difesa.

Toccare un nostro Concittadino e' toccare noi stessi perche' come si dice " la ruota gira " e quindi tutti a partire dall'Amministrazione devono fare blocco.

La nostra Citta' e' in condizioni disastrate dal punto di vista lavorativo e non puo' perdere piu' nessun posto, che dire uno, perche' siamo in continua decadenza.

Possiamo discutere e disquisire se il modello di sviluppo , con i Centri Commerciali al " centro del pianeta " , sia o meno sostenibile o conveniente ma ripeto questo e' un discorso sul futuro che semmai puo' distogliere dal vero problema impellente che e' il mantenimento del LAVORO per ogni singolo Cittadino.

AMERIGO GIZZI

 

Amerigo Gizzi

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK