Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Vendemmia 2019 le quantità: -10% rispetto vendemmia 2018

Assoenologi Abruzzo-Molise - primo rilevamento dei dati vendemmiali.

| Categoria: Attualità
STAMPA

L'enologo Nicola Dragani , Presidente dell’Assoenologi Abruzzo-Molise , con sede  presso l’Enoteca Regionale D’Abruzzo in Corso Matteotti - Palazzo Corvo - ha reso disponibile il primo rilevamento, elaborato a fine agosto,  dei dati vendemmiali del 2019 in Abruzzo.

« L’andamento climatico, a partire dallo scorso autunno, è stato caratterizzato dalla presenza di piogge e basse temperature. Grazie ad un inverno piovoso con precipitazioni abbondanti su tutta la regione e nevicate verificatesi anche a bassa quota nel mese di Gennaio, si sono costituite buone riserve idriche nei vigneti. - premette l’enologo Dragani - la primavera è iniziata con basse temperature e molto piovosa in alcune zone. Questa situazione, ma con assenza di gelate, si è protratta fino alla fine di Maggio con frequenti rovesci temporaleschi. Tutto ciò ha provocato un buon germogliamento ma un rallentamento dello sviluppo vegetativo compresa la fioritura con un ritardo di circa 10-12 giorni e ha fatto temere lo sviluppo di attacchi patogeni. La fioritura e l'allegagione hanno risentito dell'attività atmosferica del mese di maggio e soprattutto sulle uve precoci si è avuto una conformazione non omogenea del grappolo. Da metà Giugno in poi si sono registrate belle giornate intervallate con precipitazioni, in alcuni casi anche abbondanti.

Successivamente il decorso vegetativo è stato buono da un punto di vista sanitario grazie ad un oculato controllo degli attacchi parassitarie alle alte temperature del mese di Luglioe Agosto»

Passando alle quantità all’Assoenologi Abruzzo-Molise si stima « una quantità inferiore del 10% circa rispetto alla vendemmia precedente, tanto che a tutt’oggi si prevede una produzione complessiva di intorno a 3,1 milioni di ettolitri, contro i 3,4 milioni di ettolitri della scorsa campagna. »

In merito alla qualità « se le condizioni climatiche del mese di settembre decorreranno favorevolmente, si può ipotizzare un’annata molto interessante con molte punte di ottimo, in particolare per i vini rossi »

Un’attenzione particolare và posta al mercato del vino « fin dalla fine della vendemmia scorsa è stato molto problematico sui vini genericisia bianchi che rossi. - precisa Dragani - si registra uno scarso interessamento e questa situazione ha provocato la discesa dei prezzi del 10-15%.»

« Questa situazione – sottolinea concludendo il Presidente dell’Assoenologi Abruzzo-Molise- ha coinvolto anche le Doc registrando un calo più contenuto, però con un' interessamento maggiore. »

 

 

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK