Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

INVIATA LA RICHIESTA ALL’ASSESSORE VERI’ DI PARTECIPARE A UN CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO

Il Sindaco: «La minoranza invece di attaccare il sottoscritto per motivi politici dovrebbe rivolgersi ai propri referenti in regione per fare fronte comune in difesa del nostro ospedale

| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

«Mentre l’amministrazione fin dall’inizio si è adoperata, come annunciato in campagna elettorale, a difesa dell’ospedale di Ortona parlando e cercando un confronto con i rappresentanti istituzionali, sia con il governo regionale di centro sinistra che con l’attuale di centro destra, al fine di tutelare l’operatività e l’attività sanitaria assicurando i servizi ai cittadini, tanto che il pronto soccorso è rimasto aperto h24, i consiglieri di minoranza non si sono impegnati politicamente con i propri referenti in regione al fine di fare fronte comune per difendere gli interessi della città.

A loro interessa unicamente fare propaganda contro. Il sottoscritto quando era consigliere comunale di minoranza non ha avuto difficoltàad accompagnare,per rafforzarne l’azione, l’allora sindaco Vincenzo d’Ottavio in Regione

(   foto della partecipazione alla seduta del consiglio regionale dell'allora sindaco D'Ottavio con i consiglieri Castiglione e Marino. )

a perorare la causa del punto nascita di Ortona. Invece oggi non sentiamo dai consiglieri Marchegiano e Cauti grandi appelli al proprio referente in Consiglio Regionale, Giovanni Legnini, volti a tutelare i servizi del nosocomio cittadino, come non vediamo azioni incisive in tal senso da parte del consigliere di centro destra Peppino Polidori nei confronti del suo governo regionale. A dimostrazione che il loro interesse è unicamente di propaganda politica contro l’amministrazione comunale.

Proprio perché nella nostra azione di governo al primo posto c’è invece l’interesse di Ortona e proprio perché riteniamo valido utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione, dopo aver incontrato più volte, anche insieme agli operatori sanitari dell’ospedale, l’assessore regionale alla sanità, Nicoletta Verì e in seguito anche al perdurare della mancata nomina del direttore generale della ASL2, il sottoscritto, tenendo conto anche della richiesta di due consiglieri di minoranza, ha chiesto formalmente allo stesso assessore di partecipare a un consiglio comunale straordinario al fine di illustrare alla città tutta le prospettive e le azioni programmate per l’ospedale di Ortona.

Noi non abbiamo timore, come è successo invece nella precedente amministrazione, di chiedere al governo regionale di venire in consiglio comunale a riferire sulla situazione attuale e sul futuro, abbiamo messo in campo tutte le azioni possibili senza mai guardare ai colori politici di chi sedeva in Regione avendo come unico obiettivo il benessere dei cittadini. Nessun dialogo si è interrotto con la Regione a cui quotidianamente chiediamo confronti e chiarimenti, ma solo oggi sono mature le condizioni, per richiedere ai vertici abruzzesiil confronto con tutta la comunità e con i suoi rappresentanti in consiglio comunale.

Mi auguro che il consiglio comunale straordinario non diventi l’arena di rivendicazioni politiche e di schieramento ma che sia utile per porre all’attenzione regionale tutte le criticità del presidio ospedaliero cittadino e per delinearne il suo rilancio, lo dobbiamo alla città e agli ortonesi».

C.s.

 

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK