Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Diverso….ma da chi?

Serata conclusiva del progetto teatrale che ha coinvolto 109 bambini delle classi 5 dell'Istituto comprensivo 1.

| di Sara Fabrizio
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

 Si spengono le luci, si apre il sipario del teatro Tosti. Tutti in silenzio a guardare quei centonove giovani attori che si danno il cambio sulla scena nella recita che rappresenta il passaggio dall’ultimo anno della scuola primaria al primo della secondaria dell’Istituto comprensivo 1 e che parla di diversità e di inclusione.

Sul palco si rappresenta la storia di ‘Belle e Bestia’, la famosa fiaba europea resa celebre dalla Disney in una versione nuova. Bestia altro non è che il ‘diverso’, quel diverso che, all’inizio, trasmette paura, sospetto e turbamento alla dolce Belle. Piano piano questi sentimenti si trasformano. Belle scopre qualcosa d’importante oltre la diversità.

Comprende che ognuno di noi è meravigliosamente unico e sì, meravigliosamente diverso: “Stessa melodia...nuova armonia...semplice magia”. I giovani attori, anche attraverso il laboratorio teatrale affrontato durante l’anno scolastico, hanno voluto trasmettere il messaggio secondo cui accogliere la diversità significa superare la paura dell’incontro, scoprirsi, riconoscersi, crescere insieme e arricchirsi, a piccoli passi quasi impercettibili.

L’itinerario progettuale iniziato a ottobre è stato ripreso a marzo per volontà del Dirigente Scolastico, Teresa Ascione, che ne ha subito riconosciuto la valenza formativa. I laboratori sono stati condotti con grande professionalità dall’esperta Cristiana Accardi che ha curato l’allestimento e la regia dello spettacolo finale, dove i bambini hanno mostrato tutto il loro entusiasmo, la loro disinvoltura e il desiderio di mettersi in gioco.

Cambi di scena molto suggestivi anche grazie alla scenografia disegnata in diretta e con la sabbia dalla sand artist Erika Abelardo che ha aggiunto un pizzico di magia all’atmosfera. Le coreografie sono state curate da Daniela Colaluce e Stefania D’Adamo.

ùImpeccabile il lavoro svolto dalla Free Power di Sebi Marcianò. In tutto questo non poteva mancare il valido apporto delle docenti delle classi quinte di tutto l’Istituto comprensivo 1 e dei genitori degli alunni che hanno collaborato anche per la realizzazione dei costumi, allestendo un laboratorio sartoriale a scuola. Il grande lavoro di squadra anche questa volta ha portato risultati eccezionali.

Tra applausi e commozione si chiude il sipario che, metaforicamente, rappresenta anche la fine di un ciclo di studi. I ragazzi non dimenticheranno mai questa bellissima esperienza, la porteranno sempre nei loro cuori, a ricordo degli anni trascorsi nella scuola primaria con l’augurio che sul palcoscenico della loro vita siano sempre vincenti come il 29 maggio scorso! Ad maiora! 

 

Sara Fabrizio

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK