Rimani sempre aggiornato sulle notizie di ortonanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

ANCORA UN GRAVISSIMO LUTTO PER LA COMUNITÀ ORTONESE --È UN INCUBO

UN GIOVANISSIMO ORTONESE SI SCHIANTA CON LA MOTO AD UN PALO DELLA LUCE

| di Amerigo Gizzi
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La Comunità Ortonese ancora scossa per il pluri femminicidio avvenuto giovedì Santo subisce un altro colpo mortale , un ragazzo di 31 anni perde la vita schiantandosi con la sua moto ad un palo della luce nei pressi della contrada San Leonardo.

Il povero Matteo Mariotti , ortonese di 30 anni , è morto all'impatto decapitato.

È meglio non approfondire in questa giornata Pasquale ma che il giovane lavorasse anche lui come dipendente della Cogas , come il pluri omicida Marfisi , è una tragica circostanza che colpisce la nostra mente in modo profondo .

Questo ragazzo era nel pieno della vita e la fatalità ha voluto toglierli la vita proprio nel giorno della resurrezione. Non possiamo non essere scossi in modo profondo ed indelebile , a tutto ci domandiamo c'è o ci dovrebbe essere un limite ma sembra proprio che ci sia un accanimento sulla nostra Città.

Abbiamo estremo bisogno di ritrovare un po' di serenità ma come ci si potrà riuscire mi chiedo e vi chiedo ? Non voglio postare la foto di questo splendido ragazzo e nemneno della moto che giace per terra a che fa rabbrividere al solo vederla.

Come si può morire in questa maniera? Che male abbiamo fatto? Perche' un ragazzo così giovane ha dovuto lasciarci?

Sono riflessioni che mi lasciano con il groppo in gola e che mi fa nancare il respiro .

Non voglio e non posso parlare dei particolari di questa immensa tragedia perché mi tremano le mani e parlarne non fa che acuire il profondo disagio che mi sta attanagliando mentre sto scrivendo.

Mi sorregge la speranza che domani sarà un nuovo giorno in tutti i sensi e che quanto abbiamo dato in questi giorni tremendi non si ripeta mai più, lo so è una speranza ma se non ci fosse nemneno quella ci abbandoneremmo tutti alla tragicità degli eventi che ci renderebbero impossibile la vita. 

A  nome mio ma anche di tutta la nostra comunita' vanno le sentite condoglianze a questa famiglia che sta vivendo una simile atrocit

 

 

 

Amerigo Gizzi

Contatti

redazione@ortonanotizie.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK